^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 173 visitatori e nessun utente online

Barf. La dieta naturale per il tuo gatto

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

La nostra «piccola tigre» è tuttora molto più simile al suo antenato di quanto lo siamo noi o altre specie animali. Il gatto è rimasto un predatore specializzato che trae il suo nutrimento dalle proteine della carne ed è particolarmente sensibile ai cibi industriali, ricchi di carboidrati e conservanti, che gli provocano molti disturbi e serie patologie. Siamo ancora così sicuri di voler aprire quella scatoletta o il sacchetto delle crocchette?

È sicuramente un sistema pratico e veloce ma, se teniamo al benessere del nostro gatto, non è forse meglio dargli ciò che lo può far vivere in salute e più a lungo? L'alimentazione migliore è la dieta BARF (Bones And Row Food) cioè ossa e cibo crudo, una nutrizione naturale ormai molto diffusa per i suoi tantissimi vantaggi in gran parte dell'Europa e negli Stati Uniti.

È semplice: carne (ma anche ossa, muscolo, interiora), pesce, poca verdura e frutta. I risultati sono immediati: gengive sane, più vitalità, muscoli e articolazioni forti, pelo lucido. Il sistema immunitario si rinforza e sparisce tutta una serie di problemi all'apparato digerente, al fegato e ai reni. Preparare il cibo non è complicato e questa piccola attenzione rinforza anche il rapporto tra il gatto e l'umano.

Gli autori forniscono semplici e pratiche indicazioni in linea con le nostre abitudini, complete di menù e ricette pronte in pochi minuti, per migliorare e allungare la vita del nostro gatto e farci risparmiare tempo e denaro.

INTRODUZIONE

Il gatto è molto meno domesticato del cane, e la sua vita in natura contempla la possibilità – e anzi la necessità – di vagare libero in cerca di prede, di vivere da piccolo leone qual è. Il cane invece, «progettato» dall'uomo come compagno nel lavoro di ogni giorno, sta molto meglio quando è a contatto con il suo «umano di riferimento». Vivere con l’uomo, condividerne la giornata, il lavoro e spesso il cibo ha fatto del cane un animale sociale che si trova bene anche in situazioni urbane, purché gli sia assicurata la compagnia umana, che spesso privilegia rispetto a quella di un suo simile. Il risultato è che il cane si è adattato meglio a un’alimentazione non adeguata al suo percorso evolutivo (anche se sarebbe più corretto dire che si è «rassegnato»). Pur restando un carnivoro che ha bisogno di molte proteine animali, il cane può sopravvivere mangiando anche carboidrati, nonostante il suo stato di salute possa risentirne. Il gatto invece non ha subito alcuna evoluzione o adattamento in questo senso, e il cibo industriale – che come vedremo contiene grandi quantità di carboidrati – è decisamente dannoso per il suo organismo. Da tale constatazione è nata l’esigenza di fornire informazioni e consigli, e di indicare ai proprietari dei gatti una strada percorribile per alimentare in modo naturale i loro animali.

Petra Rus, olandese trapiantata in Svizzera, è una delle più importanti esponenti del BARF (Bones And Raw Food). Enio Marelli, medico veterinario dal 1997, si occupa di omeopatia classica. È stato docente della Scuola di Medicina Omeopatica di Verona fino al 2014. Dal 2010 svolge esclusivamente la professione di omeopata veterinario in Italia e all'estero e si dedica con passione alla dieta naturale del cane e del gatto.

Autori: Petra Rus - Enio Marelli
Editore: Sperling & Kupfer
Formato: Libro
Pubblicazione: 09/16
Pagine: 176
Prezzo: € 17,00

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
0 #3 Perla 2016-09-14 23:25
Ne sento tanto parlare ma anche per i miei sarebbe un po' tardi ora. L'unico che si adatterebbe a tutto.....Enki! c05
 
 
Nikiezorro
+1 #2 Nikiezorro 2016-09-13 17:36
Anche per i miei ormai è tardi... Sarà per i prossimi...
 
 
Susi
+1 #1 Susi 2016-09-13 11:17
Grazie per questo articolo interessante e attuale. Intorno a me tutti elogiano il barf (anche per cani). Io non cambio più l'alimentazione , visto l'èta dei nostri pelosi diventati tutti anziani, parzialmente mooooolto anziani, con le croccette e le scatoline.