^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Sonnellini diurni, uscite notturne

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Il gatto non è prevalentemente un animale notturno ma vi sono due importanti attività che si svolgono frequentemente di notte: la caccia e l'accoppiamento. Nel caso della caccia, il gatto preferisce la notte perché i piccoli mammiferi che è più incline a cacciare, ad esempio il topo, svolgono anch'essi normalmente la maggior parte delle loro attività nelle ore di buio. L'accoppiamento invece si verifica quasi sempre di notte perché ai gatti non piace essere osservati e vengono inibiti, specie nelle città, dal rumore e dalla confusione del giorno.

Il gatto è capace di svolgere queste attività molto bene quando è buio perché è in grado di fare affidamento, meglio di noi, sui suoi sensi molto sviluppati dell'odorato e del tatto (ad esempio mediante i baffi) per ottenere informazioni, per comunicare e anche per la sua eccezionale capacità visiva nella luce accentuata. I possessori di mici sanno che essi chiedono frequentemente di uscire di notte; in particolare la gatta in calore o il maschio intero se sa che nei dintorni vi sono delle femmine 'bollenti'.

Questo sta all'origine dell'abitudine dei padroni di 'mettere fuori il gatto' e poi di chiudere la porta prima di andare a letto, in modo da evitare di venire disturbati più tardi. Tuttavia, questa abitudine non è raccomandabile perché lasciato fuori il gatto può ferirsi, anche gravemente, durante le lotte per accaparrarsi le grazie della femmina in calore. Può incorrere in incidenti stradali, spesso letali, se si abita in una zona trafficata. Oltremodo, durante l'inverno, se lasciato fuori con tempo freddo e umido, corre il rischio di ammalarsi.

La castrazione (o la sterilizzazione) dell'animale risolve in gran parte questi problemi. Nel caso che il felino fosse 'sanato' e vuole comunque uscire la notte cerchiamo di tenerlo attivo durante la giornata con giochi e distrazioni per non lasciarlo dormire troppo a lungo. Se proprio non ne vuole sapere di stare chiuso in casa installiamo una porticina apposita (ribalta per gatti) in modo che possa entrare e uscire senza disturbarci in piena notte. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #2 Susi 2018-08-22 22:26
Brava Niki per questi consigli. Purtroppo il nostro Stifeli è come me..... si sveglia all'imbrunire *scioccato! Visto che tutte le porte sono aperte, non ci sono problemi per il rientro. Ma sarà un brutto risveglio quando arriva il freddo e potrà uscire solo di giorno, Notte tassativamente a casa! .
 
 
Perla
+1 #1 Perla 2018-08-20 21:42
Ottimo articolo Niki! c28
Da noi vige il coprifuoco per i gatti.