^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Il check-up della terza età

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Grazie all'aumentata sensibilità dei proprietari, alla migliore alimentazione e ai progressi della medicina veterinaria, oggi un gatto ben curato può vivere molto a lungo, riuscendo perfino a superare i venti anni. Il gatto è molto abile a dissimulare la sofferenza e la malattia, tuttavia con un minimo di conoscenza e un po' di buon senso il proprietario attento riesce a individuare certi segnali d'allarme. La prevenzione e la tempestività delle cure sono le armi migliori per tenere sotto controllo la salute dell'anziano gatto ed evitare che i disturbi più o meno seri si aggravino. A partire dagli 8-10 anni prevenire diventa essenziale.

Anche se in apparenza gode di buona salute, il gatto senior ha bisogno di maggiori attenzioni, poiché la mezza età lo ha reso fragile e lo espone maggiormente alla malattia. Il sistema immunitario si indebolisce, insorgono con frequenza maggiore problemi ai denti, disturbi dell'apparato urinario e tumori. Inoltre alcune razze sono ancora più esposte a certe malattie. Diventa così fondamentale agire su due fronti: da un lato i controlli fatti da noi proprietari, dall'altro le visite del veterinario.

In entrambi i casi sarà più facile tenere sotto controllo le condizioni generali del nostro Micio e sarà possibile intervenire rapidamente con una diagnosi precoce e terapie in grado di guarire o almeno rallentare la malattia. Di conseguenza, dopo gli otto anni, anche se ci sembra che tutto proceda bene, è d'obbligo intensificare le visite mediche, perché è proprio quando i gatti invecchiano che i proprietari li trascurano. In linea di massima è consigliato un controllo annuale, meglio ancora ogni sei mesi. Il veterinario, dopo averci chiesto informazioni sull'alimentazione e sull'igiene di vita, esegue un esame fisico completo, controlla peso e temperatura, ascolta cuore e polmoni, esamina l'ano e l'apparato genitale esterno.

Quindi, se lo ritiene necessario, può richiedere le analisi del sangue, delle feci e dell'urina. La maggior parte dei gatti con più di otto anni presenta problemi dentali e un'iniziale insufficienza renale. Se dal check-up risulta tutto in ordine, il veterinario dispenserà una manciata di consigli riguardanti l'alimentazione, consiglierà di praticare periodicamente una pulizia dentale e raccomanderà di tenere sempre attivo l'animale. In caso contrario deciderà in accordo col proprietario di effettuare ulteriori accertamenti. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
0 #2 Perla 2018-05-29 15:36
Si, ottimi consigli come sempre! c36
 
 
Susi
+1 #1 Susi 2018-05-25 12:25
ottimi consigli come sempre. Grazie Niki c09