^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Il gioco stimola lo sviluppo fisico e mentale

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Come ben sappiamo tutti i gatti sono dei gran giocherelloni. Ma forse non tutti conoscono l'importanza del gioco: l'esercizio fisico è fondamentale per una crescita armoniosa, sia corporea che comportamentale. Giocare permette a Micio di scaricare energie in modo costruttivo, tonificando la sua muscolatura, ma imparando anche molto di quanto gli serve per vivere. I gatti sovente non hanno la possibilità di uscire di casa e vivono molte ore completamente soli. Per questo il proprietario è responsabile di fargli mantenere un equilibrio fisico e psichico.

La miglior cosa da fare sarebbe tenerlo occupato dandogli la possibilità di mettere in atto i comportamenti che avrebbe in natura attraverso elementi che arricchiscono l’ambiente e gli permettono di esplorarlo anche in altezza, oltre che giochi stimolanti che attivino in lui comportamenti che avrebbe in natura. Il gioco, che è una simulazione della caccia, ha una grande importanza perché non solo stimola lo sviluppo fisico e mentale, ma agisce da antistress, fa sfogare l’aggressività predatoria, evita la noia, la depressione e contribuisce al mantenimento del peso forma. Inoltre, consolida la relazione con il proprietario e previene molto i problemi comportamentali.

Topolini giocattolo, palline per gatti o oggetti di piccole dimensioni, faranno divertire il nostro gatto e miglioreranno le sue capacità fisiche. Controlliamo sempre che siano sicuri e rispettosi della normativa vigente. Uno dei giochi che i gatti preferiscono sono delle bacchette con attaccato a un filo un topolino giocattolo, una piuma o un uccellino finto. Queste bacchette faranno muovere la preda in modo molto realistico. Il gatto percepisce i giochi come delle prede perciò non dovranno mai andare direttamente verso di lui, ma piuttosto allontanarsi da lui come una preda farebbe in natura, perché altrimenti si potrebbe spaventare.

I giochi vanno fatti muovere alternando movimenti lenti, a veloci, e si dovrà ogni tanto far scomparire la preda dietro un mobile o sotto un divano per stimolare la sequenza predatoria. Il gatto sarà ancora più stimolato e avrà maggior soddisfazione una volta conquistata la sua preda. Fra i giochi più amati c’è, senza dubbio, la pallina. Dura e rimbalzina o morbida da mordicchiare: tutto sta nel trovare quella giusta per Micio. Spesso, inoltre, non è neanche necessario acquistarla: molti gatti amano giochi fatti di carta o stagnola. Il consiglio, però, è di fare attenzione a non farlo giocare con una pallina troppo piccola, il rischio è che possa ingerirla, provocando un blocco intestinale.

Anche il cibo può essere utilizzato come passatempo: nascondere il cibo secco in scatole di cartone con dei buchi o bottigliette di plastica con dei fori stimolerà il gatto e lo impegnerà durante la giornata. Questo tipo di giochi si possono acquistare nei negozi, ma si possono anche fare a casa con materiale riciclato usando un po’ di fantasia. È fondamentale ridurre dalla razione giornaliera di cibo ciò che viene utilizzato per il gioco al fine di evitare razionamenti non corretti.

Un’altra importante attività che dobbiamo lasciar mettere in atto al nostro gatto, è quella di arrampicarsi. Con un albero per gatti a più ripiani in corda, daremo la possibilità al nostro amico a quattro zampe di arrampicarsi e di imparare a coordinare i movimenti. Si potrà inoltre fare le unghie con un tiragraffi ed eviterà così di far danni alle nostre tende e divani, ma soprattutto avrà un accessorio veramente adatto a lui dove si divertirà a fare acrobazie trascorrendo dei momenti piacevoli anche quando sarà solo.

Il gioco potrà evitare i problemi comportamentali frequenti come il mordere o il graffiare. È fondamentale insegnare al gatto fin da piccolo, che le nostre mani non sono prede. Non bisogna perciò usarle mai per farlo giocare. È importante giocare con il nostro gatto spesso, ma per breve tempo, proprio come farebbe in natura. L’ideale sarebbe alcuni minuti più volte al giorno, facendo attenzione a quali sono i momenti di maggior energia del gatto: di solito verso sera e al mattino presto.

Meglio alternare i giochi in modo che il gatto non si annoi. L’ideale sarebbe cambiarli spesso tenendone alcuni in un cassetto e facendoli riapparire dopo qualche giorno. Per la sua salute è inoltre buona cosa ricordarsi anche di non lasciare in giro giochi con le corde quando non siamo presenti in modo che il gatto non possa rimanerci impigliato. I gatti non sono tutti uguali quindi osservando il nostro, capiremo ben presto quali sono i suoi giochi preferiti. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #2 Susi 2018-05-18 13:52
*lol giocare con i gatti mi diverte tantissimo, quando ho dei piccoli del GAR mi piace passare ore anche solo a guardarli e quando cominciano a giocare con me, devo ricordarmi che ai piani di sopra esiste ancora il mio solito mondo. Il tuo articolo mi piace moltissimo e sono contenta che non solo io godo a giocarci ma per loro è un bene per crescere meglio c07
 
 
Perla
+1 #1 Perla 2018-05-18 10:32
L'articolo è decisamente completo e ben fatto Niki c28
La foto.....uno spettacolo!! c36