^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Unghie affilate, cervello fino

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Spesso chi ama i cani sostiene che siano più intelligenti dei gatti. Ma l'unica giustificazione sembra essere il fatto che i cani sono più addestrabili e disposti ad obbedire agli ordini. Gli amanti dei gatti ovviamente la pensano diversamente. I nostri felini possono essere addestrati, ma la disponibilità può non essere un valido indice di intelligenza. Molti studiosi pensano che i gatti siano molto intelligenti, in parte per la loro notevole adattabilità ai mutevoli rapporti che hanno allacciato nei millenni con gli esseri umani.

E in parte per la capacità di affrontare le situazioni come individui indipendenti e responsabili, più che come creature obbedienti agli ordini altrui. Questa caratteristica non sorprende in animali come i gatti, essenzialmente solitari, cacciatori autosufficienti, dotati di una gamma di sensi sviluppatissimi, oltre che di un fisico atletico. Decidere se un gatto è più intelligente di un cane dipende da come si misura l'intelligenza: un argomento che si è dimostrato molto controverso, perfino tra gli scienziati che studiano gruppi diversi nell'ambito della stessa specie, come l'Homo sapiens. Non c'è un metro di misura affidabile e oggettivo.

Un metodo controverso per confrontare l'intelligenza consiste nel misurare il peso del cervello e la lunghezza del midollo spinale. Ciò fornisce una proporzione che rappresenta la quantità di materia cerebrale che controlla un particolare volume corporeo. Alcuni studiosi pensano che più tale porzione è elevata più l'animale sia intelligente. Un essere umano presenta una proporzione di 50:1, un callitricide di 18:1, un cane fra 9:1 e 7:1, a seconda della razza, e un gatto di 4:1. Chi critica questo modo di confrontare le specie, afferma che l'intelligenza prescinde dall'anatomia e che, di fatto, essa non sia ‘pesabile’.

Se navighiamo sul Web, troveremo elenchi di razze feline in cui l'intelligenza è classificata da un numero da 1 a 10, considerando un massimo di 10. Secondo una di queste pagelle, il gatto più intelligente sarebbe lo Sphynx, mentre i più ‘tonti’ sarebbero l'Himalayano e l'Exotic Shorthair. Non viene tuttavia spiegato come tali conclusioni siano state raggiunte, e queste graduatorie poco scientifiche vanno prese davvero con le pinze. Noi sappiamo che il nostro gatto è intelligente e certo non ci servono tabelle e statistiche per dimostrarlo. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
+1 #2 Perla 2018-05-16 09:08
Non ho dubbi sull'intelligen za dei gatti. Anzi, penso proprio che dimostrino intelligenza quando fanno i finti tonti c05
 
 
Susi
0 #1 Susi 2018-05-14 19:15
Citazione:
Noi sappiamo che il nostro gatto è intelligente e certo non ci servono tabelle e statistiche per dimostrarlo
.... e semmai, metterei gran parte dell'umanità all'ultimo posto *confuso

Foto eccezzionale c07