^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Saper ascoltare il nostro gatto

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Quando Micio si mette in posa, risponde ai richiami o ci da qualche altro segno di obbedienza per il quale lo vogliamo lodare, mettiamoci accovacciati perché veda le emozioni che attraversano il nostro volto e ne assorba il significato. La comunicazione è un processo a doppio senso: oltre ad imparare a comunicare efficacemente con il nostro felino, dobbiamo anche capire quello che ci dice. Tutti i gatti hanno un ampio repertorio di espressioni del musetto e del corpo, che usano per comunicare tra di loro, e trasmettono grandissime quantità di informazioni marcando gli oggetti con i loro odori.

I gattini e le loro madri si parlano continuamente, hanno anche una vasta gamma di vocalizzazioni che usano per inviare messaggi ben precisi, sia tra loro sia a noi. I gatti sanno che gli esseri umani hanno scarsissime possibilità di comunicare attraverso gli odori e possibilità limitate di usare efficacemente le espressioni del volto e del corpo. Per fortuna però si rendono conto già da molto giovani che la vocalizzazione è un mezzo assai valido per attrarre l'attenzione delle loro madri, capiscono quindi il principio della comunicazione vocale e fanno di tutto per insegnare anche a noi la loro lingua.

Per capire che cosa ci dice il nostro gatto dobbiamo ascoltarlo con attenzione, in modo da interiorizzare i diversi suoni che emette nelle varie occasioni. Un ‘miao’ non è mai solo ‘un miao’ quando Micio ci sta parlando. Spesso non è che una richiesta di fare qualcosa che lui non può fare senza il nostro aiuto. Forse sta dicendo semplicemente ‘fammi uscire’ oppure ‘apri la dispensa e dammi subito del tonno’, ma può anche trattarsi di un'importante informazione sul suo benessere emotivo o fisico.

Mamma gatta è capace di emettere suoni che dicono ai loro gattini se la preda che stanno portando è un topolino (innocuo) o un ratto (potenzialmente letale se è solo stordito e capace di riprendere i sensi). Se stiamo bene attenti, il nostro felino potrebbe riuscire a dirci che preferisce la panna alla carne di pollo, ma anche ad esprimere qualcosa che riguarda i suoi sentimenti. Un po' di tempo dedicato alla risoluzione di questo mistero non può che rafforzare il legame tra specie e specie. E, non da ultimo, ciò ci premierà con una straordinaria comprensione del mondo del nostro Micio. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #2 Susi 2018-03-14 16:42
ottimo articolo, grazie c09
 
 
Perla
+1 #1 Perla 2018-03-10 11:51
Quante verità in questo articolo Niki!
Tutti i nostri animaletti hanno saputo comunicarci il bene e il male a loro maniera c04