^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Movimenti strani durante il sonno

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Se ci siamo soffermati ad osservare il nostro gatto mentre dorme beatamente, sicuramente avremo notato che il micio a volte si dimena e compie dei movimenti improvvisi. Tutto questo è assolutamente normale e succede nei periodi di sonno profondo. Anche nell'uomo vi sono dei cicli di sonno leggero e di sonno profondo; quest'ultimo ha una durata di circa un quarto del sonno totale del gatto. Quando un gatto si mette a dormire, generalmente è tutto raggomitolato e vi è un incompleto rilassamento muscolare.

Tuttavia, dopo un periodo da dieci a trenta minuti, questa fase iniziale di sonno leggero da luogo a un ciclo di sonno profondo in cui i muscoli si rilassano e l'animale è disteso sul fianco. Durante questo lasso di tempo, benché gli occhi siano chiusi, vi sono lampi di movimenti rapidi degli occhi (sonno REM), accompagnati da movimenti più normali degli arti, della coda, delle orecchie e dei baffi. Nell'uomo i sogni si verificano nel corso di questo tipo di sonno.

Si ritiene che il sonno sia uno stato in cui il cervello viene 'programmato' con informazioni sugli avvenimenti recenti; le informazioni vengono trasferite da una memoria temporanea a una memoria principale d'informazione. Questo spiega perché il gattino appena nato (con così tante informazioni da memorizzare) ha solo un sonno profondo 'con sogni' per circa il primo mese di vita. Dopo questo periodo il comportamento nel sonno gradualmente diventa come quello di un micio adulto. Nel gatto ogni ciclo di sonno profondo dura sei o sette minuti e, in una lunga dormita, vi può essere un certo numero di tali periodi. 

Per il sonno, Micio segue sempre lo stesso rituale. Inizia a muoversi lento e furtivo per casa, bighellonando alla ricerca della giusta posizione in cui adagiarsi. Poi si appallottola rilassato e inizia a leccarsi e pulirsi. È proprio la meccanica di quei gesti a prepararlo al riposo, un po' come una ninna nanna melodica. A fine pisolino, bastano un paio di leccate e una bella stirata e lo vedremo nuovamente pimpante, pronto a giocare e a cacciare. Mai come per il gatto vale il detto del riposino ristoratore; infatti, indipendentemente dalla sua età, Micio deve ricaricare costantemente le energie per poter trarre il maggior profitto dalle ore di veglia e dall'interazione con il padrone. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #1 Susi 2017-12-11 20:05
Che bella foto.... mi viene quasi sonno guardando questo micino beatamente addormentato c39
Interessante anche l'articolo dove ritrovo esattamente il comportamento dei nostri mici, al quale non ho mai fatto caso c07