^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 168 visitatori e nessun utente online

Alla ricerca del gatto smarrito

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

È probabilmente la paura più grande di chi possiede un gatto: il micio sguscia fuori dalla porta di casa e...puff... svanito! Oppure - se abituato ad uscire - non rientra dopo uno dei suoi giri quotidiani. Scomparso. Può succedere a tutti i proprietari di vivere quest'esperienza e pertanto è bene agire ora per evitare questi problemi in seguito. Facciamo sempre indossare il collarino al nostro micio e applichiamo una piastrina di riconoscimento su cui va annotato almeno il nome dell'animale e il nostro recapito telefonico.

Utilizziamo ambedue i lati della piastrina per riportare il nostro indirizzo e il numero telefonico del veterinario. Più informazioni forniremo meglio sarà. E se Micio odia il collare? Risolviamo la faccenda chiedendo al veterinario di inserire chirurgicamente un microchip sottocutaneo che fornisca informazioni per identificare l'animale. Sempre più rifugi possiedono strumenti da passare sul corpo degli animali raccolti, per rilevare la presenza del microchip.

Se effettuiamo un trasloco aggiorniamo la piastrina di riconoscimento. La cosa migliore è acquistarne una prima di giungere alla nuova destinazione, magari nel giorno in cui notifichiamo il cambio di indirizzo alla posta. Per esperienza personale consiglio di tenere in casa il gatto almeno dieci giorni prima di lasciarlo uscire ad esplorare il territorio: in questo modo Micio potrà delimitare bene la casa. Per la sua prima uscita lasciamolo a digiuno: il cibo è un modo di richiamarlo molto efficace.

Tenere alcune foto del nostro peloso sulla porta del frigorifero può essere d'aiuto: in caso l'animale si perdesse avremo già a portata di mano delle fotografie da mostrare ai vicini. E se i mici sono più d’uno? Se possediamo più di un gatto bisogna prendere per tutti le stesse precauzioni. Per semplificare l'identificazione compriamo dei collari diversamente disegnati, in modo che possano rilevarne il carattere e facciano risaltare il colore del manto. Ovviamente non dimentichiamo di attaccare al collarino la piastrina di riconoscimento.

Se dopo 24 ore Micio non è ancora ricomparso iniziamo ad appendere gli avvisi di smarrimento nei vari locali pubblici del quartiere e segnaliamo lo smarrimento anche alla protezione animali e ai veterinari della zona. Può anche succedere che un gatto si stabilisca in casa di qualcun d'altro, vi resti per un certo periodo e poi ritorni a casa propria, per fare nuovamente una capatina dal suo ospite di tanto in tanto. Nei periodi di calore delle femmine il gatto maschio intero può restare fuori casa per alcuni giorni e poi tornare spontaneamente. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.