^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 119 visitatori e nessun utente online

Similitudini tra gatti domestici e grandi felini

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Astuti, perspicaci, prudenti. Sono comunemente considerati dei docili animali domestici ma ogni istinto, ogni azione dei gatti rivela il loro legame con lo spirito dei più grandi predatori. Infatti, molto spesso affermiamo che i nostri mici sono dei piccoli grandi felini. Ma cosa è che associa il nostro tenero paffutello a un leopardo? Dereck e Beverly Joubert, documentaristi di fama mondiale, sono andati alla scoperta dei legami tra i felini che popolano le nostre case e i più grandi predatori.

“Il mondo segreto dei felini” - documentario trasmesso da Nat Geo Wild - svela il rapporto di parentela tra gatti domestici e alcuni tra i più grandi predatori della terra, rivelando come ogni loro istinto sia la testimonianza di un’eredità imprescindibile e di un legame indissolubile con i cugini selvatici. Vediamo quindi quali sono i punti in comune tra l’innocuo micetto e i più temibili felini.

LE TECNICHE DI CACCIA

I salti, gli inganni, le finte e le scivolate sono le principali tecniche di caccia di ogni gatto e rappresentano un’esatta replica di quanto accade tra i felini di taglia più grande.

CIBARSI DELL’ERBA

Mangiare l’erba è solo uno degli infiniti modi in cui i felini si autocurano. In passato si pensava che servisse solo come lenitivo per lo stomaco, per disfarsi delle palle di pelo e per eliminare i parassiti che affliggono tutti i carnivori. In realtà si tratta principalmente di una tecnica per assumere acido folico, una sostanza che non possono ricavare dalla carne. Un felino che non assume acido folico è spesso anemico e non in salute, quindi impreparato a svolgere l’enorme compito che lo aspetta: uccidere per vivere.

AFFILARE GLI ARTIGLI MA NON SOLO…

Chi ha un gatto in casa lo sa bene. I felini di tutte le taglie graffiano le cose, che sia la corteccia di un albero nella savana o porte e mobili nel nostro salotto. È un comportamento che serve per affilare gli artigli, ma il vero motivo è legato a qualcosa di più importante. L’obiettivo è lasciare forti segnali visivi che indichino la loro presenza sul territorio.

IL BRANCO

Dopo ogni battuta di caccia, i felini entrano in una fase di mantenimento, leccandosi, anche a vicenda, per pulirsi dalle tracce della lotta e curare le piccole ferite con la loro potente saliva antisettica. I grandi felini che vivono in branco usano questo comportamento per rinsaldare i rapporti tra loro mentre i gatti rivolgono queste attenzioni ai loro padroni. Una sorta di messaggio: prendiamoci cura l’uno dell’altro.

L’OLFATTO

L’olfatto dei felini è molto sviluppato. Il loro mondo degli odori è molto più variegato del nostro, ricco di informazioni utili per la loro sopravvivenza. Un leone può capire all’istante se nei paraggi c’è una femmina in calore. Anche i cuccioli appena nati sono dotati di un finissmo olfatto, instabili sulle loro zampe e praticamente ciechi, è l’odore del latte a guidarli dalla madre per l’allattamento.

LA VISTA

I gatti amano andare a caccia durante la notte sfruttando l’oscurità. I felini hanno infatti una delle migliori visioni notturne del mondo animale. Ma questo ha un prezzo: non possono vedere tutti i colori.

LA MARCATURA DEL TERRITORIO

La maggior parte dei felini necessita di segnali, come tracce olfattive, per stabilire i confini del territorio. Così, sia gatti che leopardi per esempio, marcano spesso lo spazio con la loro urina. Un’operazione che deve essere ripetuta più volte dal momento che questi marcatori olfattivi non durano a lungo.

L’ACQUA

Per bere, sia i gatti che i grandi felini adottano un sistema all’apparenza poco pratico ma che funziona alla perfezione. Arricciano la lingua all’indietro per far sì che l’acqua vi aderisca e poi con un movimento rapido fanno in modo che finisca in bocca. Un sistema che permette loro di abbeverarsi senza bagnarsi in alcun modo. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
+1 #3 Perla 2017-03-22 08:34
Tutti i miei animali, cani inclusi, hanno mangiato e mangiano erba *ridere
Complimenti per l'articolo Niki! c28
 
 
Nikiezorro
+1 #2 Nikiezorro 2017-03-19 11:30
Citazione Susi:
Spesso vedo anche i miei cani che sembrano pecore al pascolo.... che sia per lo stesso motivo????
c09


Può anche essere Susi. Trovi un post al riguardo qui nikiezorro.com/.../...
 
 
Susi
+1 #1 Susi 2017-03-18 12:19
Ottimo articolo, grazie Niki. Quello dell'erba era veramente sorprendente, non pensavo avesse questa importanza per il gatto. Spesso vedo anche i miei cani che sembrano pecore al pascolo.... che sia per lo stesso motivo????
c09