^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 140 visitatori e nessun utente online

Mantenere la 'perfetta' dieta felina

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Parte della difficoltà nella produzione di mangime per gatti è che qualsiasi cosa si inventi come prodotto commercialmente accettabile e che la gente abbia voglia di acquistare è di solito lontanissimo dalla materia prima, specie in relazione a che cosa mangerebbe un gatto, se dipendesse da lui. Se un gatto fosse a capo dell'industria del cibo per animali domestici, la sua ricetta di un buon pasto nutriente probabilmente sarebbe questa: «Togliere dal freezer un topolino. Scongelarlo. Metterlo nel mixer e frullarlo alla massima velocità. Servire alla temperatura corporea felina, in un piatto pulito».

Tutto questo ci fa schifo? Ecco il probabile motivo per il quale, al posto di un buon topo fresco, noi daremo al nostro gatto dei croccantini, dove l'elenco degli ingredienti riporta ai primi cinque posti: farina di glutine di mais, spezzato di mais, pollo, riso e farina di frumento. Oppure gli daremo un cibo in scatola che elenca ‘cereali’ appena uno o due posti dopo il tacchino.

Riso? Frumento? Mais? Ma come! I gatti sono carnivori, sì o no? Sì, ma non tutte le loro necessità devono essere soddisfatte da cibi di origine animale, come accadrebbe se vivessero nei boschi. L'industria del cibo per animali è riuscita in un compito che sembrava impossibile: ottenere una dieta con un’alta percentuale di origine vegetale che, comunque, tiene ben nutrito un carnivoro obbligato.

Come abbiamo già visto, ottenere questo equilibrio di comodità, alimentazione ed estetica (che soddisfi sia i gusti umani, sia quelli felini) è molto più difficile di quanto sembri. Nel complesso, il mangime industriale deve essere considerato una delle grandi invenzioni della vita moderna, e continua a migliorare, con il progredire delle conoscenze in fatto di alimentazione. (Foto: G+)

ARTICOLI SUGGERITI:

- Quanto costa la praticità

- I gatti hanno bisogno di bere latte?

- Dieta felina: l'importanza del calcio

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #2 Susi 2016-10-07 16:56
Quella del topolino è veramente carina *ridere ma una simile preparazione del pasto, malgrado tutto l'amore per i miei pelosini, sarebbe davvero impossibile per me *piangere
Quello che mi chiedo è che, considerando i cambiamenti di gusto quasi giornalieri dei nostri mici, si accontenterebbe ro di un solo tipo di topolino......
Menomale davvero che possiamo comprare i cibi pronti.
 
 
Perla
+2 #1 Perla 2016-10-07 10:09
Ho dovuto ridere per forza con la prima parte dell'articolo (pena per il topolino a parte....) *lol
Per fortuna che esistono le crocchette e molte anche di buona qualità! Se penso alle tante colonie da nutrire.....