^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Momenti di ordinaria euforia

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Nella quiete della casa ecco scatenarsi uno tsunami, il nostro gatto sembra impazzito e, come se lo avessero caricato a molla, si lancia come una fionda, correndo ovunque, arrampicandosi su mobili, tende e davanzali, simulando attacchi e fughe immaginarie. A un certo punto però, come se la carica fosse improvvisamente esaurita, eccolo là che stravaccato sul suo cuscino preferito non muove più nemmeno un muscolo. Tutto questo ci sembra strano?

Possiamo stare tranquilli… si tratta di un semplice momento di euforia! È un fenomeno che si osserva soprattutto nei gatti che vivono tra le mura domestiche, ed è causato da un accumulo di energia repressa. Micio in natura, essendo comunque e sempre un felino predatore, impiega molta energia nel cacciare correndo qua e là per il suo territorio, mentre i nostri coinquilini pelosi conducono una vita molto più sedentaria, e non necessitano di molta energia per procurarsi ciò di cui hanno bisogno.

Ecco, quindi, il perché di questi scatti che, pur non rappresentando una patologia, sono un chiaro segnale che il nostro gatto ha bisogno che si passi un po' più di tempo a giocare con lui. In questo caso dovremo tenere a nostra esclusiva disposizione, in modo che Micio non possa mai avervi accesso, una di quelle fantastiche cannette piene di lunghe piume e sonaglini per stimolare in modo corretto la sua indole da cacciatore.

Solitamente le prede non si piazzano sul naso di un felino: evitiamo quindi, prima di tutto, di sventolargli questi giochi direttamente in faccia cercando invece di tenerli a una distanza tale che il gatto possa ingaggiare un agguato alternando movimenti a raso terra, come a simulare la corsa di un topolino, oppure piccoli balzi come potrebbe fare un uccellino. È molto importante che il gatto ogni tanto riesca ad afferrare e uccidere la ‘preda’... questo provoca infatti nel suo cervello un rilascio di endorfine che lo fanno sentire felice e rilassato!

Ricordiamo anche che il nostro amico è tendenzialmente una creatura crepuscolare, più attivo soprattutto dopo il tramonto e fino all’alba… per cui se nella tarda mattina o nel pomeriggio lo vediamo impegnato in un ‘estenuante’ pisolino, evitiamo di obbligarlo al gioco perché otterremmo l'effetto contrario e aumenteremmo in lui lo stress. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Nikiezorro
0 #3 Nikiezorro 2016-09-11 11:17
Zorro ne aveva moltissimi di questi momenti di pazzia, sebbene anche lui trascorresse la maggior parte del tempo all'aperto... Ora è troppo fragile fisicamente e probabilmente l'ha capito anche lui *divertente
 
 
Perla
+1 #2 Perla 2016-09-01 13:39
Alla nostra Ninive capitano di questi momenti, malgrado passa buona parte della giornata in giardino. Ultimamente un po' meno.....ma capita *ridere
 
 
Susi
+1 #1 Susi 2016-08-31 10:54
*ridere c07 *ridere