^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 124 visitatori e nessun utente online

Come scegliere il veterinario giusto

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

È molto importante che siamo a nostro agio col veterinario del nostro gatto. Non dovrà limitarsi a piacere a noi, ma anche il nostro piccolo felino dovrà sentirsi tranquillo in sua presenza. Scegliere il giusto veterinario può fare la differenza tra controlli gradevoli e lotte da far drizzare i capelli ogni volta che dovrà fare un checkup. I veterinari amano gli animali, ma potremmo desiderarne uno con una predilezione per i gatti. Un veterinario che possiede dei gatti sarà ancora più in sintonia con le idiosincrasie della specie. L’esperienza personale è la migliore maestra.

Potremo risparmiare un sacco di tempo controllando i siti web degli studi veterinari della nostra zona. Benché alcuni veterinari non siano ancora pratici di Internet, la maggior parte di essi avrà almeno un sito essenziale con le informazioni necessarie per i potenziali clienti. Online potremo trovare l’ubicazione dello studio e le indicazioni per arrivarci, orari di ambulatori e profili dello staff. Chiediamo ad amici, parenti, vicini di casa ed a tutte le persone che hanno già avuto esperienze con altri veterinari. Prima di scegliere il giusto medico del nostro micio, è meglio prendere qualche informazione. Non dimentichiamo inoltre che il passaparola è di un'utilità immensa.

Certi padroni preferiscono uno studio veterinario che offra sale d’aspetto separate per pazienti felini e canini. Questa caratteristica può essere importante se il nostro gatto ha paura dei cani. Un sistema migliore, tuttavia, è una sala separata per pazienti malati e un’altra per pazienti che fanno esami di controllo. Dopo tutto portiamo il gatto dal veterinario per mantenerlo in salute, non per esporlo alle malattie. Il veterinario sarà spesso il nostro primo punto di riferimento in situazioni difficili e in problemi da affrontare che possono presentarsi quando si possiede un gatto, quindi scegliamo qualcuno con cui comunicare apertamente e onestamente. 

Una volta che avremo ristretto la scelta a uno o due studi, passiamo da entrambi per farci un’idea di come lavorano. Potremmo perfino prenotare un giro dello studio. Se abbiamo un’impressione negativa, continuiamo a cercare. Qualsiasi ambulatorio scegliamo, dovrà essere pulito e organizzato, con personale preparato e cordiale. Un altro fatto da prendere in considerazione sono le cure urgenti. Una clinica veterinaria dovrebbe avere i mezzi per le emergenze 24 ore su 24. Cerchiamo di capire come funziona in caso di emergenze e dove indirizzano.  (Foto: Telegraph)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
+1 #2 Susi 2016-01-28 12:46
Dopo aver provato tantissimi veterinari, da qualche anno ho trovato quello giusto. E come dice Perla, non solo perchè mi sembra bravissimo, ma proprio perchè ci trasferisce calma e fiducia, si prende tanto tempo e ci conosce e si ricorda tutto anche senza consultare il computer.
 
 
Perla
+1 #1 Perla 2016-01-25 11:52
Molto interessante davvero!
Da un'annetto a questa parte ho cambiato studio veterinario per i miei animaletti ma non per mancanza di fiducia nei confronti della veterinaria di prima bensì per la tranquillità che trovo nello studio attuale. L'ex veterinaria fa girare i suoi cani (tanti!) nelle varie sale - anche di visita - e i miei animaletti - in particolare i gatti - s'innervosivano non poco. Da tener conto che andare dal veterinario rappresenta già stress per conto proprio!