^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 129 visitatori e nessun utente online

Il Somalo

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questa razza di gatto discende da un ceppo britannico. Negli anni Quaranta l'allevatrice Janet Robertson esportò in America del Nord, Australia e Nuova Zelanda l'Abissino, razza a pelo corto che occasionalmente produceva dei piccoli a pelo lungo, i cui discendenti misero al mondo gattini dal pelo scuro e ispido: l'allevatore Ken McGill con uno di questi gatti ottenne il primo Somalo ufficiale. Con il ceppo di McGill, la razza fu riconosciuta in America alla fine degli anni Settanta. Il Somalo arrivò, poi, in Europa negli anni Ottanta.

Con la coda a pennacchio e il dorso arcuato, il Somalo è diventato una delle razze più apprezzate al mondo. Ha ereditato dall'Abissino il colore ticked: ogni singolo pelo del suo mantello presenta da tre a dodici fasce di colore, che producono riflessi lucenti e vibranti quando il mantello è in pieno rigoglio. Reca sul muso dei disegni curiosi che ricordano il trucco di scena. Tutti i Somali hanno gli occhi, grandi, obliqui ed espressivi, di colore oro, rame, verde o nocciola, profilati di nero e circondati da 'occhiali' di colore chiaro e recano disegni tabby sulle guance.

Il corpo è di dimensioni medie con muscolatura robusta e ben sviluppata. La testa è un cuneo moderato con linee scorrevoli e lieve rientranza sul profilo del naso. Le orecchie, piazzate come se il gatto fosse sempre in ascolto, hanno attaccatura larga, sono ampie, leggermente a punta, inclinate in avanti e ricoperte da pelo corto e aderente. Le zampe sono lunghe, i piedi ovali e provvisti di ciuffi di pelo. Il mantello di media lunghezza, è fine e morbido, più lungo su coda, pancia, gorgiera e cosce. 

I colori ammessi sono lepre o ruddy, chocolate, lilac, cinnamon, fawn, silver shaded e chincilla. I Somali silver hanno petto e ventre bianco. Il pelo assume il colore definitivo solo verso i due anni di età. In estate il Somalo perde molto pelo e, se non fosse per la coda, potrebbe sembrare un gatto a pelo corto. Il Somalo ha un aspetto selvaggio ed è incredibilmente bello ed elegante; conscio della sua bellezza, ama farsi guardare e sfoggiare la coda sfrangiata.

Possiede un carattere veramente speciale: molto desideroso di coccole, dimostra il suo affetto solo quando è sicuro della fiducia e del rispetto del suo padrone. È ideale per quelle persone che desiderano un compagno allegro, fedele, vivace, da coccolare ma, in ogni modo indipendente. Il Somalo si trova perfettamente a suo agio con l'uomo, ma è consapevole di poter sopravvivere anche senza le sue cure, forse perché è dotato di una sviluppatissima capacità di cacciare. È un gatto piuttosto loquace, la sua voce è morbida e mai insistente.

A causa del temperamento indipendente tende ad ignorare i rimproveri e le proibizioni del padrone, dal quale sa farsi 'perdonare' con ricche e imprevedibili effusioni. Di regola si affeziona a un solo membro della famiglia, ma sa regalare affetto a tutti coloro che amano giocare con lui. Quando lo si coccola bisogna ricordare che le carezze lo eccitano: è meglio limitare la durata delle nostre effusioni. È un gatto piuttosto loquace, la sua voce è morbida e mai insistente.

Dotato di una resistenza fisica incredibile e di una vivacità incontrollabile, dimostra sin da cucciolo l'indole del campione: giocherebbe per ore intere senza mai stancarsi. Il suo sogno è di vivere in una casa con giardino e alberi, dove poter tendere agguati a piccole prede e sfogare la sua esuberanza con corse pazze e improvvise. Se costretto alla vita d'appartamento, dimostrerà insofferenza per la mancanza di spazio libero e si dedicherà molto spesso alla caccia ritualizzata.

Il gatto Somalo grazie alla sua costituzione robusta è, salvo eccezioni, forte e sano. Non richiede, per questo, troppe attenzioni né da cucciolo né da adulto. Solo la toelettatura richiede un po' più di accorgimenti, a causa del denso mantello. Per mantenerlo soffice e delicato al tatto è necessario spazzolarlo almeno due o tre volte la settimana, con particolare attenzione alla gorgiera e alla coda; e se vogliamo che sembri ancora più selvaggio pettiniamo i ciuffetti delle orecchie con un piccolo pettine. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
+1 #1 Perla 2015-10-16 21:57
Stupendo! c36