^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 132 visitatori e nessun utente online

Tanto va la gatta al lardo...

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

...che ci lascia lo zampino! Questo proverbio ricorda che prima o poi le azioni disoneste vengono scoperte. Farebbe riferimento alle trappole per ratti di un tempo, in cui venivano poste delle esche, e che intrappolavano i topi in una tagliola. Un gatto, troppo grande per infilarci la testa, ci avrebbe rimesso una zampa. I gatti, si sa, sono creature estremamente curiose: che portiamo il micio a casa per la prima volta o ci siamo trasferiti di recente, il nostro amico a quattro zampe vorrà esplorare praticamente ogni centimetro del nuovo spazio.

FACCIAMO IN MODO CHE LA CURIOSITÀ NON LO METTA IN PERICOLO!

Chiudiamo porte e finestre dei locali dove il gatto non deve entrare.

Teniamo finestre e porte esterne sempre chiuse se non vogliamo che il gatto esca all'aperto. Se non desideriamo che esplori armadi e dispense, assicuriamoci di chiudere anche queste porte. Se sono leggere e si aprono facilmente, tuttavia, non stupiamoci se il micio imparerà ad aprirle. Alcuni proprietari di gatti devono usare le chiusure di sicurezza dei bambini per impedire loro l'accesso ad alcune aree.

Per chi non lo sapesse, le finestre a ribalta, le cosiddette vasistas, possono diventare trappole mortali per i nostri mici. Sembra una sciocchezza, eppure non è così raro che il gatto tenti di infilarcisi dentro per curiosare, anche quando le tapparelle sono abbassate; basta che scivoli un pochino e rimane intrappolato per il collo o per lo stomaco; non c'è scampo per lui, ogni tentativo di liberarsi lo fa scivolare più in basso e va incontro ad una morte lenta ed atroce. Il mio consiglio è di non lasciare mai aperta in nostra assenza questo tipo di finestra: può incuriosire il gatto che, una volta incastrato nello stretto spazio a “V”, difficilmente potrà trovare il modo di liberarsi da solo.

Analoga raccomandazione per chi ha una cantina o locale seminterrato che si affaccia all’esterno in cui potrebbe tentare di entrare anche un gatto estraneo. Esistono fortunatamente in commercio grate protettive pensate appositamente per bloccare l’accesso a finestre basculanti. Sul sito di Zooplus le troviamo con il nome “reti per finestre a ribalta”, da agganciare sia lateralmente che sulla parte superiore o inferiore della finestra.

Chiudiamo le aperture dove il gatto potrebbe nascondersi o rimanere incastrato.

Se stiamo ristrutturando casa, facciamo particolare attenzione alle aperture dei muri e nei pavimenti. I gatti sono in grado di nascondersi in spazi sorprendentemente piccoli! Alcuni sono rimasti intrappolati nei muri o sotto le tavole del pavimento durante le ristrutturazioni. Anche spigoli appuntiti, chiodi esposti ed attrezzi possono essere pericolosi.

Attenzione all'acqua.

Controlliamo che acquari, taniche di raccolta dell'acqua piovana, vasche e piscine siano coperte in modo adeguato. Anche se i gatti sanno nuotare, potrebbero farsi prendere dal panico se dovessero cadervi inaspettatamente. Chiudiamo la porta quando facciamo il bagno. Se il micio dovesse cadere nella vasca, entrambi ne saremmo molto infelici. Molti gatti detestano bagnarsi e potremmo finire graffiati malamente.

Al fuoco!

Copriamo tutti i camini non in uso. Potremmo anche insegnare al micio che questa zona è vietata, ma ciò richiederà tempo e impegno. Se abbiamo il camino, utilizziamo un parafuoco solido per evitare che il gatto si bruci. Facciamo attenzione alle attrezzature per cucinare, come il barbecue: il profumo del cibo può portare il gatto ad indagare...

(Foto: Google+)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
+1 #1 Susi 2015-09-21 14:35
Come sempre ottimi consigli per la sicurezza dei nostri mici c11