^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 138 visitatori e nessun utente online

Lo Snowshoe

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Negli anni '60 a Philadelphia (Usa), una figliata di Siamesi presentò un'inedita sorpresa: tre gattini avevano macchie bianche sui piedi. Un'accurata riproduzione, che ha coinvolto l'Americano a pelo corto, ho stabilizzato la Snowshoe come una razza a sé, alla fine distinta anche da un disegno a "V" capovolta sul muso. Lo Snowshoe deve il suo nome (che significa 'scarpette di neve') ai suoi piedi rivestiti da un bel pelo bianco che contrasta nettamente con le estremità delle zampe, che proprio nel punto di giunzione si scuriscono leggermente.

Pur riscuotendo molto successo, non è un gatto particolarmente diffuso perché per gli allevatori non è molto facile ottenere cuccioli perfetti, che rispondano a tutti i requisiti di colore e di distribuzione corretta del bianco. Nonostante il fatto che i Birmani posseggano anch'essi i piedi bianchi, le due razze non sono imparentate. Lo Snowshoe ha il corpo di un Siamese e macchie bianche su muso, orecchie, petto, piedi e parte delle zampe.

Il corpo è particolarmente muscoloso (la struttura è ereditata dal suo progenitore: l'Americano a pelo corto), ma la lunghezza ricorda senza dubbio quella dei Siamesi. I maschi, molto più grandi delle femmine, arrivano a pesare anche 6 kg. I cuccioli nascono solitamente bianchi e solo dopo alcune settimane compaiono le prime macchie. La testa, di regola nera, è simile a un triangolo equilatero, in particolare per l'altezza degli zigomi. Gli occhi sono grandi, bene aperti e distanziati; hanno la forma di una nocciola, non sono né rotondi né obliqui, il loro colore è sempre il blu intenso.

Le orecchie sono di media grandezza, poste a lato della testa per continuare le linee delle guance; sono arrotondate sulle punte e piuttosto larghe alla base. La coda ha la stessa lunghezza del corpo ed è coperta, come le zampe anteriori e la testa, da un pelo più scuro, ma sempre cortissimo e lucido come sul resto del corpo. La pelliccia è costituita da pelo corto e folto. Le tonalità di colore devono essere chiare, possibilmente avorio, con punte - orecchie, coda, zampe e muso - ben nette e contrastate, di colore seal (focato) o blu.

Poiché rappresentano la sua caratteristica peculiare, i piedi dovranno essere sempre bianchi, come pure bianca sarà la pezzatura simmetrica presente sul muso che si allunga sulla gola, sul petto e sulla pancia. Le pezzature devono essere sempre il più nette e simmetriche possibile. Il mantello corto non richiede particolari cure anche perché non ha una muta particolarmente intensa. Basta spazzolarlo una volta alla settimana e pettinarlo con un pettine a denti fitti.

Questo simpatico felino ama giocare con esuberanza, soprattutto se gli viene mostrato dell'affetto, ma non ama essere disturbato durante attività quali mangiare o dormire (come del resto la maggior parte dei gatti). Micio educatissimo, prima di fare qualsiasi cosa sembra quasi chiedere il permesso al suo padrone. In lui si ritrova - per la verità piuttosto mitigata - la loquacità del Siamese, come pure tutta la sua curiosità e vivacità.

È un perfetto gatto di casa, ma bisogna rassegnarsi a trovarlo nei luoghi più impensati e anche, purtroppo, dove non dovrebbe. Intelligente, gentile e molto simpatico, lo Snowshoe è veramente affettuoso, un vero coccolone; questo non gli impedisce, però, di essere anche un gran giocherellone e talora piuttosto burlone. Particolarmente esclusivo nei suoi affetti, è anche un po' malato di protagonismo: per lui essere sempre al centro dell'attenzione è un'autentica necessità! (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.