^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

«Miao! Chi sono io?»

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Meglio scegliere per il nostro gattino un nome che si possa pronunciare chiaramente e facilmente. Quelli composti da una sola sillaba sono ovviamente i più facili da usare, ma anche quelli di due o addirittura tre sillabe sembrano funzionare bene. I gatti di razza hanno spesso nomi doppi e altisonanti e bisognerebbe ribattezzarli con un nomignolo più immediato, quotidiano. I dizionari di nomi umani potrebbero darci qualche idea. L'importante è non lasciare mai il micio senza nome.

Di solito i gatti hanno nomi molto felini; rari sono comunque quelli di persona, e la maggior parte ne ha uno che rispecchia l'aspetto fisico, oppure un nomignolo lezioso. Fare in modo che il gattino impari a riconoscere il proprio nome è la forma più semplice di addestramento, e gran parte dei proprietari lo fa automaticamente, senza pensare che sia un addestramento. È importante usare sovente il nome del gatto, soprattutto all'ora dei pasti e delle coccole. Usiamolo anche nelle occasioni di gioco e durante la toelettatura. Il tono della voce non è importante; ciò che conta è l'uso ripetuto del nome.

Presto, il micio rizzerà le orecchie e ci guarderà, quando sente quella parola, e non ci vorrà molto perché, senza nemmeno dire «vieni qui», trotterelli verso di noi.... a meno che, naturalmente, sia occupato in faccende molto importanti, come annusare un odore interessante o mangiare. Il fatto che il gatto conosca il suo nome e ci risponda è molto più che una divertente comodità per noi. Più di un gatto in difficoltà, magari intrappolato da qualche parte, si è salvato perché si è messo ad urlare disperatamente, quando ha sentito il proprietario chiamarlo per nome.

Esiste indubbiamente tutta una serie di nomi «tipici» che non si attaglierebbe a nessun'altra specie. Eccone alcuni tra quelli più caratteristici:

• Alissa
• Astra
• Arturo
• Artù
• Baffo
• Birillo
• Briciola
• Diva
• Dodo
• Duca

• Duchessa
• Felix
• Freccia
• Fulmine
• Iside
• Isidoro
• Margot
• Minù
• Oscar
• Silvestro

Accedi o registrati per poter commentare.