^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Despota a quattro zampe

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Capita che qualche gatto dimostri un'aggressività che va ben oltre i livelli considerati normali, dando sfoggio di un carattere dispotico che lo porta ad attaccare briga con gli altri gatti per reclamarne il territorio. Questo despota si introduce nelle case altrui, aggredisce il gatto che vi abita (e anche il suo padrone, se si dovesse intromettere) e, prima di andarsene, spruzza quante più superficiali verticali possibile.

Di rado incontra chi gli rende pan per focaccia, perché sceglie le proprie vittime con cura, con una spiccata preferenza per soggetti anziani, invalidi o timorosi. I Burmesi - e, più di recente, i Bengala - contano una percentuale sorprendentemente alta di questi tiranni. Si tratta per lo più di maschi non sterilizzati, molto territoriali e spesso meticci.

La situazione può diventare insostenibile per i padroni delle vittime, a maggior ragione se il despota sfoga la prepotenza fra le mura di una casa che non è la sua, e hanno tutto il diritto di pretendere che il padrone del colpevole faccia il possibile per evitare il ripetersi degli assalti. Devono capire però che anche loro devono impegnarsi per impedire l'accesso all'intruso, dal momento che i loro gatti si sono dimostrati incapaci di farlo.

Ancora oggi si discute riguardo all'anormalità di simili comportamenti, ma purtroppo ogni considerazione sembra giungere alla stessa conclusione, e cioè che, per quanto molesti, sono del tutto normali in una specie territoriale.

Nei secoli la selezione dei meticci domestici è stata tesa alla moderazione degli istinti territoriali in modo da permettere la convivenza, anche a stretto contatto, con altri gatti. Moderare un comportamento, però, non significa sopprimerlo e i proprietari dovrebbero rallegrarsi del semplice fatto che non si tratti di un problema poi così diffuso!

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
+1 #1 Susi 2014-02-02 19:06
OOOOps, vedendo il bellissimo micio sulla foto mi ha preso quasi un colpo... sembra Jack!
Abbiamo avuto una micia femmina che si comportava come un cane da guardia, faceva persino impressione a persone a lei sconosciute che venivano a casa nostra!