^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

La foto della settimana

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Un lemure nello zoo di Colonia, Germania. Il termine 'lemure' deriva dalla parola latina lemures, che sta ad indicare gli spiriti della notte della mitologia romana: chiaro il riferimento al fatto che la maggior parte dei lemuri possiede enormi occhi dall'aspetto spiritato, ben adatti alla vita notturna che la maggior parte delle specie conduce, ed emette versi simili a gemiti sofferenti. I lemuri vivono in natura solo nel Madagascar e in alcune piccole isole circostanti, incluse le Comore (dove probabilmente furono introdotti dall'uomo).

Questo perché nel resto del mondo ad essi subentrarono le scimmie e gli altri primati, mentre nel Madagascar i lemuri non subirono alcun tipo di competizione e furono perciò in grado di differenziarsi in molte specie. Tutti i lemuri hanno pollice opponibile per una migliore presa sugli alberi dove vivono e dita munite di unghie piuttosto che di artigli, fatta eccezione per l'indice delle zampe posteriori che è modificato a mo' di pettine per la toeletta.

I grandi occhi di tutte le specie di lemuri possiedono un tapetum lucidum, uno strato riflettente per la visione notturna: si pensa che i lemuri abbiano una (per quanto limitata) visione a colori, anche se per orientarsi si affidano principalmente all'udito ed all'olfatto. In natura, il principale predatore dei lemuri è il fossa (Cryptoprocta ferox): altri predatori dei lemuri sono le varie specie di gufo malgasce e la poiana malgascia.

A differenza della maggior parte degli altri primati, i lemuri hanno società organizzate sul modello matriarcale, ovvero anche nelle specie scarsamente gregarie le femmine hanno posizione di dominanza nei confronti dei maschi. I lemuri sono i primati più a rischio nel mondo, specialmente quelli che vivono in Madagascar. A minacciare la specie è la distruzione dell’habitat, oltre al bracconaggio e al commercio illegale. (Foto: Ansa)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
+1 #2 Perla 2018-05-16 09:11
Ho sempre amato i Lemuri. Li trovo adorabili! c36
Auguro a loro, e al resto di animali in pericolo, che le parole "destruzione dell'habitat", "bracconaggio", ecc., ecc., spariscano da tutti i vocabolari
 
 
Susi
0 #1 Susi 2018-05-14 19:07
Occhi incredibili *occhi
Speriamo che questo piccolo primate c'è la faccia a non estinguersi, quando leggo bracconaggio ecc. mi si gela il cuore c16