^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

La foto della settimana

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

È nato allo zoo Artis di Amsterdam, un piccolo esemplare di atele. Per le caratteristiche lunghe zampe e coda prensile - che la fanno assomigliare a un aracnide - è comunemente nota come scimmia ragno. Del nascituro non si conosce ancora il sesso. In natura, questi animali formano grossi gruppi di 15-25 individui diretti da una femmina dominante che decide gli itinerari da seguire per trovare il nutrimento: tutti gli esemplari dormono sullo stesso albero, ma durante il giorno si frammentano in sottogruppi di 5-8 unità.

Il grado d'interazione fra i vari sottogruppi dipende dalla disponibilità per il cibo e dalla presenza di pericoli nella zona. A differenza di numerose altre specie di primati, in questo genere sono le femmine a lasciare più frequentemente il gruppo con la maturità rispetto ai maschi: per questo motivo, i maschi di ogni gruppo sono spesso tutti imparentati fra loro, mentre le femmine provengono da altri gruppi. Per comunicare fra loro, le scimmie ragno sono solite assumere differenti posture piuttosto che emettere vocalizzazioni.

In caso di pericolo, tendono a rifugiarsi fra i rami sottili o sulle cime degli alberi e da lì scuotono i rami per impressionare l'aggressore. Nel caso esso non si allontani, possono urinare e defecare, lasciando che urina ed escrementi cadano su di esso, e in casi estremi possono staccare pezzi di legno anche piuttosto pesanti e lanciarli contro l'assalitore. Gli esponenti di questa specie di scimmie abitano l'America centrale e meridionale, grossomodo dal Messico sud-orientale al  Brasile settentrionale. Sono dimoranti della foresta pluviale primaria, dove vivono esclusivamente in zone tranquille e ricche di alberi da frutto. (Foto: Telegraph)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #2 Susi 2018-04-09 15:04
Anch'io come Perla sono rimasta impressionata dalla foto di queste scimmie a me totalmente sconosciute! Il piccolo sembra venire da un altro pianeta e l'occhio vigile della mamma sembra parlarci.....
 
 
Perla
+1 #1 Perla 2018-04-08 11:26
Mamma mia quanta dolcezza in questa foto della settimana c11
Atele oppure scimmia ragno.....ancor a una tipologia di primate che non avevo mai sentito *scioccato