^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

La foto della settimana

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Due nuove 'reclute' approdano al ministero degli Esteri francese. Non si tratta di nuovi ministri, sottosegretari o collaboratori, ma di veri e propri dipendenti 'coi baffi', ovvero due gatti - Nomi e Noé i loro nomi - arruolati da Quai d'Orsay per lottare contro la proliferazione dei topi negli edifici del ministero. Resta da vedere se Nomi e Noé svilupperanno la stessa rivalità di Palmerston, il gatto del Ministero degli esteri britannico e Larry, residente al numero 10 di Downing Street.

In settembre, il primo aveva catturato ben 27 roditori, il secondo invece era stato avvistato, lo scorso marzo, mentre si lasciava sfuggire un topo. Un problema, quello di topi e ratti, che riguarda molti ministeri e non risparmia neanche gli uffici del segretario di Stato incaricato delle Relazioni con il Parlamento e leader de 'La République en marche', Christophe Castaner, in Rue de Grenelle, così come Jacqueline Gourault, sottosegretaria al ministero dell'Interno che ha addirittura dovuto far mettere delle trappole nei suoi uffici di place Beauvau.

Fonte e foto

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
+1 #2 Perla 2018-01-24 15:21
In effetti Susi.....e regolarmente da mangiare anche!
 
 
Susi
0 #1 Susi 2018-01-21 22:08
*sorriso sembra in uniforme! E spero che questi mici ufficiali ricevano anche amore e rispetto per tutta la vita c36