^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

The Very Hot Snowman

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Il breve cartone animato, dal titolo 'The Very Hot Snowman' (Il caldissimo pupazzo di neve) è stato realizzato da Ian Rankin, il celebre scrittore e fotografo inglese, in collaborazione con The Full Service, The Climate Coalition e The Jelly London. I protagonisti di questa triste fiaba di Natale sono un pupazzo di neve e un passerotto, e poi c’è la voce di Liam Gallagher, frontman degli Oasis, che sottolinea quanto ci sia ancora da fare per fronteggiare il cambiamento climatico, che sta uccidendo il nostro pianeta.

Neil Thorns (The Climate Coalition): «Non dovremmo indossare magliette a metà dicembre, ma sappiamo tutti che le cose stanno cambiando, I piccoli segnali ci sono, anche se non possiamo puntare il dito su cosa è diverso. È facile pensare che il cambiamento climatico sia qualcosa che accade da qualche altra parte, sia che si sciolgano ghiacciai a migliaia di chilometri di distanza da noi o mappe di altre parti del mondo che diventano rosse. Ma la realtà è che stiamo vedendo i segni ovunque, anche qui nel Regno Unito. Dobbiamo agire per proteggere ciò che amiamo dai cambiamenti climatici per le generazioni future».

Nel cartone animato vediamo un pupazzo di neve che trascorre allegramente le sue giornate, sempre col sorriso stampato sulla faccia, ma poi comincia ad avere troppo caldo e a sciogliersi e il sorriso si trasforma in una smorfia. Liam Gallager sottolinea le immagini dicendo “È inverno, e fa freddo in questo periodo dell’anno, vero?». E poi continua: «Dovrebbe essere freddo, il vento ti dovrebbe mordere il naso, forse vuoi accoccolarti con una cioccolata calda o avvolgerti al caldo e indossare il tuo cappotto più pesante. Ma nel grande schema delle cose, la Terra è troppo calda e diventa sempre più calda».

E, mentre il pupazzo di neve si scioglie, l’ex Oasis prosegue: «Le stagioni sono sempre più confuse, gli uccelli nidificano prima e i fiori primaverili spuntano troppo presto. Sembra che sia questo il cambiamento climatico, che sta influenzando così tante cose che amiamo, sia nel nostro cortile che in tutto il mondo. Ma noi abbiamo speranza, perché sappiamo che insieme a te possiamo proteggerlo, se agiamo ora e se tutti fanno la loro parte»· E poi conclude: «Quindi, questo Natale, dona l’amore e dimostra al mondo che ti prendi cura di lui».

The Climate Coalition

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #2 Susi 2017-12-24 23:45
La speranza muore ultima *piangere
 
 
Perla
+1 #1 Perla 2017-12-23 16:39
Quanta ragione in questo breve cartone animato...... *piangere