^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 137 visitatori e nessun utente online

La foto della settimana

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

La sterna (Sterna fuscata) corteggia la sua partner regalandole piccoli pesci che cattura nelle acque dell'Artico. Più grosso è il bottino donato, più efficace è la corte del maschio. Ad accoppiarsi con successo (e a decidere con chi) sono le femmine più mature della colonia, le cosiddette matriarche. Con l'imboccamento della femmina avviene anche uno scambio di sali minerali organici e sebo (abbondante nella parte interna della bocca): si tratta di passaggio fondamentale nella formazione della coppia e parente prossimo del bacio.

Si è dimostrato che, privando uno dei due uccelli delle ghiandole sebacee, si impedisce infatti il successivo rapporto. La sterna cova le sue uova da maggio ad agosto lungo le coste e su isole ricoperte qua e là di scogli e sabbia, lontano dal mare la si trova nidificante in ampi greti di alcuni fiumi dell'interno. Può nidificare su zattere galleggianti, collocate anche in bacini di origine artificiale. Nel nido, un cumulo sul terreno rivestito di fili d'erba o di semplici sassolini, la femmina depone da 1 a 4 uova. I due genitori riscaldano le uova per circa tre settimane finché i pulcini non escono fuori. I suoi piccoli vengono difesi con voli in picchiata. Dopo circa 4 settimane i piccoli diventano atti al volo. (Foto: Telegraph)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
+1 #2 Susi 2017-02-18 17:49
Semplicemente bellissima, e interessante l'articolo c28
 
 
Perla
+1 #1 Perla 2017-02-14 20:57
La foto ideale per oggi, San Valentino! c07