^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 88 visitatori e nessun utente online

La foto della settimana

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Dai rari cuccioli di tigre malese nati allo zoo del Bronx (New York), ai ranger di una riserva naturale africana, all'esperimento di un ricercatore 'travestito' da orso polare per simulare un attacco a una mandria di buoi nell'Artico. Sono alcuni degli scatti che immortalano una natura affascinante, e allo stesso tempo a rischio, selezionati come 'il top del 2016' dalla Wildlife Conservation Society. Nella gallery che ripercorre l'anno che sta per chiudersi, l'organizzazione ha scelto alcune immagini scattate dallo zoo del Bronx, dove ha sede.

Inoltre sono presenti altre opere di ricercatori nell'ambito dei programmi di conservazione che WCS supervisiona nel mondo. All'organizzazione fanno capo 5 parchi zoologici di New York e progetti di tutela in 60 Paesi. Tra le foto spiccano i due cuccioli di tigre malese nati allo zoo del Bronx e di cui lo staff si è preso cura; l'iguana blu del rettilario, protagonista di un progetto di reinserimento della specie alle Cayman; il piccolo pinguino blu minore nato quest'anno allo zoo, una prima assoluta per la struttura.

Wildlife Conservation Society

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
+1 #2 Perla 2016-12-26 23:40
Spero proprio che la vita negli zoo stia migliorando perché l'essere umano è il vero responsabile della dura vita del loro habitat naturale.... Foto stupenda/stupen de.
 
 
Susi
0 #1 Susi 2016-12-26 21:28
c07 bellissime foto c09 .
Che dire, mi sembra che pian piano in certi zoo stanno migliorando le condizioni di vita per gli animali mentre la sopravvivenza nei loro habitat naturale diventa sempre più dura se non impossibile *piangere