^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 204 visitatori e nessun utente online

La foto della settimana

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Quando il piccolo Makaia aveva solo un mese e mezzo, la sua mamma è rimasta mortalmente ferita da un ramo di un albero. Troppo piccolo per sopravvivere, lo staff dello zoo di Adelaide (Australia) decise di metterlo nel marsupio di una femmina di wallaby. Il canguro arboricolo è un parente lontano del wallaby e le due specie hanno molte differenze fisiche e comportamentali. Tuttavia, Makaia è stato ben accettato dalla sua nuova mamma e ha trascorso con lei circa quattro mesi, superando quindi il periodo più critico.

Lo zoo australiano è noto per il suo programma di adozione ma non aveva mai provato l’adozione tra due specie completamente diverse. Oggi Makaia ha quasi due anni ed è stato recentemente trasferito allo zoo di Singapore. Il giovane canguro ha fin da subito apprezzato il suo nuovo ambiente. Il canguro arboricolo è un raro marsupiale a rischio di estinzione e quindi protetto.

Esistono 14 specie di canguri arboricoli che vivono nelle foreste pluviali dell’Australia e Nuova Guinea. La maggior parte delle specie vive nelle foreste montane del Queensland nel Nord-est dell’Australia, ma alcune specie si trovano anche nelle foreste di pianura. Le maggiori minacce per questa specie sono la perdita di habitat forestale e la caccia per quanto riguarda le specie che vivono in Nuova Guinea.

Qui, l’avanzare delle piantagioni di caffè, riso e cereali toglie spazio alle foreste e quindi all’habitat fondamentale per i canguri arboricoli. Inoltre, le popolazioni indigene della Nuova Guinea, cacciano i canguri arboricoli per utilizzarne la carne. Per alcune specie, anche solo questo fattore ha contribuito al forte declino della popolazione. (Foto: Telegraph)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
+1 #1 Perla 2016-08-22 08:06
Dolcissima la foto...., tristissimo l'articolo *piangere
Makaia è salvo, anche se rinchiuso in uno zoo, ma quanti altri non ce la fanno......