^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 75 visitatori e nessun utente online

La foto della settimana

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Dasha, una tigre siberiana, non ha alcuna intenzione di divorare i fotografi. Semplicemente si annoia, e non esita a mostrarlo sbadigliando. Simbolo di forza e di potenza, la tigre ha alimentato leggende in tutte le culture con cui ha condiviso risorse e territorio. Ma dopo essere stata quasi venerata per anni, in poco più di un secolo ha subito una terribile decimazione. Oggi abbiamo perso il 97% delle tigri selvatiche, e non sono rimasti che 3.200 esemplari in tutto il mondo.

Lo splendido manto delle tigri è la loro caratteristica distintiva. Il dorso ha un colore che oscilla tra l’arancione rossastro e l’ocra, ed è attraversato da strisce nere o grigio scuro. La parte inferiore del corpo invece è più chiara. Non esiste una tigre perfettamente identica a un’altra: il mantello a strisce è molto diverso a seconda degli individui, e cambia persino da un lato all’altro della stessa tigre.

La tigre siberiana, sottospecie in grave pericolo di estinzione, è il più grande tra i felini. Le dimensioni delle tigri dipendono dalla sottospecie e dal genere, e vanno dai 140 ai 300 cm compresa la coda, che da sola è lunga 60-90 cm. I maschi della tigre siberiana possono raggiungere i tre metri di lunghezza e i trecento chili di peso. Fino a due terzi di meno pesano invece i maschi della tigre indonesiana di Sumatra, che oscillano tra i 100 e i 140 kg. (Foto: Keystone)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
0 #1 Perla 2016-04-03 12:02
Splendida foto! c28