^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Reflections from Uyuni

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Uyuni è famosa per il deserto di sale a cui dà il nome (Salar de Uyuni). Si tratta della più grande (12.000 Km2) e più in alta (3.700 m) distesa salata del mondo, situata nei pressi della città di Uyuni (Bolivia). Si stima che il Salar de Uyuni contenga 10 miliardi di tonnellate di sale di cui meno di 25.000 tonnellate vengono estratte annualmente. Una magica distesa di sale che da sola basta a soddisfare il fabbisogno di tutto la Bolivia, e che oggi rende Uyuni un passaggio quasi obbligato per il turismo internazionale.

Formato approssimativamente da 11 strati con spessori che variano tra i 2 e 10 metri, (lo strato superficiale ha un spessore di 10 metri) il Salar de Uyuni è un'importante attrazione turistica nonostante il clima e l'altitudine: ogni novembre diventa il luogo di riproduzione di tre specie di fenicotteri (Phoenicopterus) dell'America meridionale: cileno (Phoenicopterus chilensis), di James (Phoenicopterus jamesi) e andino (Phoenicopterus andinus). Inoltre, al margine del deserto, esiste una caverna dove sono state rinvenute mummie risalenti a 3 000 anni fa.

Secondo un'antica leggenda degli Aymara - una popolazione originaria della regione - un tempo i tre monti che circondano questo bacino erano tre giganti di nome Tunupa, Kusku e Kusina. Tunupa e Kusku si sposarono ed ebbero un figlio, ma presto Kusku tradì la moglie con la bella Kusina. Tunupa pianse tanto mentre allattava il bambino, che le lacrime caddero a terra insieme al suo latte, formando una bianca distesa salata.

Enrique Pacheco, fotografo professionista spagnolo specializzato in paesaggi e time-lapse, ci regala questo bellissimo video realizzato durante il suo ultimo viaggio in Bolivia. Buona visione!

Accedi o registrati per poter commentare.