^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 104 visitatori e un utente online

La foto della settimana

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Sull’isola di Aoshima, in Giappone, la popolazione di gatti è sei volte quella degli esseri umani. Aoshima fa parte della prefettura di Ehime - a sud del Paese - ed è un’isola lunga poco più di un chilometro. I primi abitanti a stabilirsi qui furono dei pescatori giapponesi circa 380 anni fa. Con loro portarono dei gatti, per sbarazzarsi dei topi che infestavano l’isola. Nel 1945 si contavano 900 residenti ad Aoshima, oggi sono meno di 20, tutti pensionati tra i 50 e gli 80 anni.

La popolazione felina, invece, è aumentata esponenzialemente negli ultimi 10 anni. Oggi sull’isola ce ne sono più di 120. I gatti di Aoshima non sono troppo esigenti, sopravvivono con onigiri (polpette di riso bianco con un cuore di salmone, tonno o altro), barrette energetiche o patate che portano i turisti. In assenza di predatori naturali, i gatti si aggirano sull'isola come veri dominatori. Soprannominata 'L’isola dei gatti', Aoshima - grazie a questa inusuale caratteristica - è meta di migliaia di turisti, pronti a tutto pur di essere circondati dalla parata di felini.

Gallery completa

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
+2 #2 Perla 2015-03-10 22:03
Proprio settimana scorsa mia figlia mi parlò di questa colonia "particolare" mostrandomi alcune foto. Stupendi è dire poco! c34 c36
 
 
Susi
+1 #1 Susi 2015-03-09 15:54
c07 wow, spero che vengono anche curati e non circolano le malattie come da noi!