^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 96 visitatori e nessun utente online

La foto della settimana

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Dicembre si è chiuso, allo zoo di Zurigo, con una nascita attesa da 18 anni. Tanti ne sono infatti trascorsi da quando sulla collina che sovrasta la città era venuto alla luce l'ultimo rinoceronte. La 14enne Samira ha felicemente posto termine alla lunga attesa partorendo la piccola Olmoti (dal nome di un cratere vulcanico della Tanzania), figlia anche del possente Jeremy. Mamma Samira si comporta in modo 'molto materno' e con molta attenzione: se qualcuno si avvicina al finestrino di osservazione la rinocerontessa fa chiaramente capire che bisogna allontanarsi.

Lo Zoo di Zurigo ha accolto rinoceronti neri fin dal 1949, e da allora ne sono venuti alla luce nove. Il giardino zoologico partecipa al programma europeo per il mantenimento della specie, minacciata di estinzione. Il progetto all'inizio del 2014 comprendeva 66 animali in 17 zoo. Inoltre il parco zurighese sostiene una riserva privata per rinoceronti in Kenya, pagando i salari dei dipendenti e l'equipaggiamento dei guardacaccia.

Nel XIX secolo la popolazione di rinoceronti neri era di oltre 100'000 animali, oggi ne sono rimasti meno di 5000. La minaccia maggiore è quella dei bracconieri, che vendono le corna a caro prezzo, soprattutto in Asia, per le presunte taumaturgiche facoltà afrodisiache ed erettive. In Medio Oriente vengono utilizzate anche per fabbricare le impugnature ornamentali scolpite dei pugnali cerimoniali chiamati jambiya. (Via Ats)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Nikiezorro
0 #1 Nikiezorro 2015-01-22 13:55
Il piccolo rinoceronte Olmoti, nato allo Zoo di Zurigo lo scorso 28 dicembre, dovrà presto lasciare la città sulla Limmat assieme ai genitori. Il parco zoologico ha infatti deciso di chiudere la "casa africana", inaugurata nel 1965 e ormai giudicata inadatta per questi grandi mammiferi. L'area sarà trasformata e ospiterà i canguri ed altri animali australiani. Olmoti - il primo rinoceronte nato nel parco zurighese da 18 anni a questa parte - dovrà essere trasferito nel corso dell'anno in un'altra istituzione, hanno annunciato i responsabili dello Zoo. Il piccolo rimarrà sicuramente assieme a mamma Samira, ma non è escluso che papà Jeremy troverà un'altra sistemazione. Il ritorno dei rinoceronti a Zurigo è previsto intorno al 2020, quando dovrebbe essere portata a termine una nuova struttura dedicata alla savana africana.