^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Vite da gatti: Scarlett

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Una famigliola di randagi composta da mamma gatta e cinque cuccioli di quattro settimane trova casa in un edificio abbandonato di Brooklyn. Quando scoppia un incendio la micia - chiamata poi Scarlett per le chiazze rosse lasciate dalle ustioni - non esita a gettarsi tra le fiamme e, nonostante le gravi ferite alle zampe e su tutto il corpo, va avanti fin quando anche l'ultimo dei suoi cuccioli non è al sicuro. Dopodiché li conta toccandoli uno per uno col naso perché ha gli occhi ricoperti di vesciche.

Al coraggioso salvataggio assiste meravigliato il vigile del fuoco e amante degli animali David Giannelli, il quale porta subito la famigliola in un ambulatorio veterinario. Purtroppo uno dei cuccioli, indebolito dal troppo fumo inalato, muore per via di un virus, ma la madre e i fratellini si riprendono completamente. Tre mesi dopo la North Shore Animal Legue, sommersa dalle lettere di centinaia di persone commosse dalla storia di Scarlett e desiderose di adottare mamma e cuccioli, decide che i mici sono pronti per trovare una nuova casa.

Un comitato apposito vaglia le richieste e seleziona tre famiglie, di cui due sono ben liete di accogliere due cuccioli ognuna; Oreo e Smokey sono accolti da Debbie Palmarozzo, a Long Island, mentre gli inseparabili Samsara e Panuki si trasferiscono presso una coppia di Port Washington, sempre a Long Island.

Quanto a Scarlett, viene adottata a braccia aperte da Karen, la quale sette anni prima ha perso la sua amata gatta in un incidente stradale. La donna spiega commossa: "Il dolore fisico ed emotivo per la perdita mi ha reso più compassionevole e ho giurato a me stessa che se mai avessi preso un altro gatto, avrebbe dovuto essere un animale molto speciale"...

Testo liberamente tratto da: Wonder Cats. True Stories of Extraordinary Felines di Ashley Morgan (2010)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
+1 #1 Perla 2014-05-25 12:35
Che tristezza per l'accaduto e che gioia per il lieto fine: mi dispiace per il piccolino che non ce l'ha fatta. Lunga e serena vita a Scarlett e ai suoi piccolini c07