^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 93 visitatori e nessun utente online

Toilette per cani all'aeroporto JFK

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

A New York, all’aeroporto internazionale John F. Kennedy è stato aperto da pochi giorni un luogo tutto riservato agli amici a quattro zampe, dove possono tranquillamente fare i loro bisogni. Le nuove toilette per cani - circa 7 metri quadrati - non sono grandissime, ma comunque dotate di ogni comfort e sufficienti per far entrare al loro interno più di un animale alla volta. Il pavimento dei bagni per cani (e volendo per gatti) è coperto di erba finta e torba artificiale.

I pets hanno così la possibilità di espletare le loro funzioni fisiologiche in un ambiente il più possibile simile a quello naturale. Nello spazio a disposizione, inoltre, è impiantato una sorta di idratante rosso che pare 'ispiri' un animale che desidera fare i propri bisogni prima del volo. Per i padroni che viaggiano con i loro amici al seguito è una bella comodità: quando Fido dovrà fare i suoi bisogni non saranno costretti ad uscire dall’aeroporto, un disagio non da poco specie negli scali molto grandi. A disposizione del padrone, inoltre, sacchetti per le deiezioni e una pompa per pulire.

Le toilette per cani in aeroporto non sono però una novità negli USA dato che un regolamento federale obbliga gli scali particolarmente trafficati a fornire questo tipo di servizi. Esistono già al Dulles International Airport di Washington D.C., allo scalo O’Hare di Chicago e al Seattle–Tacoma International Airport. I restanti scali avranno tempo fino ad agosto 2016 per mettersi in regola.

Fonte e foto

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
0 #1 Perla 2016-07-04 15:07
Questa si che è una buona cosa: sembrerebbe scontato ma, ahimè!, non lo è!
Quante volte, viaggiando con il nostro Yorki Piccolo, ho dovuto fare salti mortali per uscire dell'aeroporto e rientrare, con tanto di controlli, per permetterle di fare i bisognini.