^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 200 visitatori e nessun utente online

Mutazione di abitudini per le capinere

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Le capinere originarie dell'Europa centrale tendono a migrare oltre Manica, invece di dirigersi, come natura vorrebbe, verso le più calde aree mediterranee, trovando nutrimento in abbondanza nei giardini britannici. La capinera è un uccello parzialmente migratore: alcune popolazioni nidificano in Europa settentrionale e orientale, e svernano in Africa a sud del Sahara, altre nidificano in Europa meridionale, Europa occidentale e nel Maghreb e sono stanziali o migrano a corto raggio, svernano in Africa a nord del Sahara.

Uno studio realizzato da ornitologi del Regno Unito sull'arco di dodici anni, dimostra inequivocabilmente che dare da mangiare agli uccelli selvatici ne modifica le abitudini. Fino agli anni Cinquanta del secolo scorso, infatti, non vi era traccia di questa specie, almeno in inverno, nelle proprietà dei sudditi di sua Maestà. Probabilmente la disponibilità di cibo e l'evitare la migrazione attraverso le Alpi compensano il clima sub-ottimale.

Inoltre lo studio, i cui risultati sono stati pubblicati negli scorsi giorni sulla rivista Science, riporta che gli uccelli che svernano in Inghilterra tendono ad accoppiarsi solo l'un l'altro. Le capinere prediligono boschi ombrosi, parchi e giardini per la nidificazione (in particolare se è presente abbondante sottobosco) e la loro popolazione mondiale viene stimata intorno al centinaio di milioni di individui. (Foto: Wiki)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
+1 #2 Susi 2015-10-12 21:18
*timido ora mi vergogno un pò, ma da me c'è sempre una casetta con semi di girasole sbucciati. Spesso ho pensato di non dare più niente quando non c'è la neve, ma poi penso al clima che è comunque completamente anormale e mi lascio di nuovo andare.... e osservo tutte le mattine gli uccellini con tanta gioia intorno alla casetta *insicuro
Ammetto che d'ora in poi con la coscienza un pò più sporca *confuso
 
 
Perla
+1 #1 Perla 2015-10-11 20:27
Penso che il giusto sarebbe dare da mangiare solo quando nevica ma attualmente ci sono persone che mettono a disposizione cibo tutto l'anno. Mi rendo conto che si fa con buone intenzioni e senza pensare ad eventuali conseguenze.... ..