^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 21 visitatori e un utente online

Sicilia, un'app per seguire le cicogne bianche

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Grazie a un dispositivo satellitare applicato sul dorso di sette cicogne bianche della Piana di Gela, in Sicilia, ricercatori e curiosi potranno seguire i loro spostamenti e la loro migrazione utilizzando l'app per Android 'Animal Tracker' che permette di seguire i movimenti degli animali selvatici in tutto il mondo. Il progetto, denominato "Animal Track - Stork Sicily 2015", è stato realizzato da un team di studiosi del dipartimento Wikelski del Max PlanckInstitute for Ornithology (Università di Costanza) e delle Università di Catania e Pisa, con la collaborazione dell'Enel Distribuzione.

Nei giorni scorsi i ricercatori - che studiano i comportamenti migratori della Cicogna bianca in tutto il Paleartico - sono saliti fino alla sommità dei tralicci della media tensione, dove nidificano le cicogne dell'area gelese, per applicare a ciascuno degli animali una sorta di 'zainetto' contenente un dispositivo GPS/GSM/GPRS, provvisto di pannelli solari del peso di 50 grammi, attraverso una leggera imbragatura in teflon, comunemente usata e senza danno per gli uccelli.

I dispositivi satellitari forniranno la posizione degli uccelli registrata dal GPS alla frequenza di 1 Hz per un minuto ogni 5 minuti in condizione di sole visibile, altrimenti ogni 15 minuti, permettendo di monitorare dettagliatamente gli spostamenti e la migrazione. Le rotte degli uccelli verranno archiviate nel database online internazionale per il movimento degli animali www.movebank.org.

"I dati che ricaveremo - spiega Rosario Grasso, ornitologo del dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali e responsabile scientifico del progetto per l'Università di Catania - saranno di fondamentale importanza perché forniranno osservazioni comportamentali utili a comprendere meglio le difficili interazioni di gruppo che interessano gli animali in migrazione". (Foto: Pinterest)

Fonte

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
0 #1 Perla 2015-08-01 20:27
Che splendidi animali e che gioia quando abbiamo la fortuna di vedere un loro nido sui campanili! c07