^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Africa: i baobab stanno scomparendo

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

I maestosi baobab africani (Adansonia digitata), le più antiche piante viventi che producono fiori e che possono vivere per più di 2.000 anni, stanno morendo misteriosamente: 9 dei 13 più vecchi e 5 dei 6 più grandi sono collassati nell'ultimo decennio, sotto gli occhi dei ricercatori dell'Università Babes-Bolyai (Romania) che li hanno esaminati tra il 2005 e il 2017. Secondo gli autori dello studio - pubblicato su Nature Plants - la colpa potrebbe essere dei cambiamenti climatici.

I ricercatori hanno esaminato più di 60 esemplari sparsi in Africa e sulle sue isole, praticamente tutti i più grandi e i più vecchi conosciuti, utilizzando una nuova tecnica di datazione per l'età degli alberi. Ma la sorpresa è stata grande alla scoperta che alcuni stavano morendo, spesso improvvisamente tra una misurazione e l'altra: "Un evento senza precedenti", sostengono i ricercatori, che non hanno trovato tracce di epidemie o altre malattie, portandoli a suggerire che la causa sia il cambiamento climatico e la siccità.

Uno degli alberi aveva 2.450 anni ed è morto completamente nel giro di un anno. La ricerca ha suscitato discussioni e gli stessi autori ammettono che sono necessari ulteriori studi. Secondo Michael Wingfield, dell'Università di Pretoria in Sudafrica, i campioni raccolti sono troppo piccoli per poter escludere un'epidemia, mentre Sarah Venter, dell'Università del Witwatersrand a Johannesburg, sostiene che se la causa fosse la siccità dovrebbero risentirne tutti gli alberi, non solo i più vecchi e grandi.

I baobab sono una risorsa incredibile per coloro che gli vivono vicino: infatti ottengono cibo attraverso i frutti e semi, acqua dolce con l'acqua piovana che rimane intrappolata nei tronchi, cure medicinali attraverso le foglie, fibre per tessuti. I suoi frutti e i suoi semi sono tutti molto nutrienti. Secondo Wikipedia: "Il frutto ha un guscio vellutato e ha le dimensioni di una noce di cocco, del peso di circa 1,5 chilogrammi. Ha un sapore aspro, descritto da molti dal gusto simile a un incrocio di pompelmo, pera e vaniglia. Contiene il 50% in più di calcio rispetto agli spinaci, ha un alto contenuto di antiossidanti e tre volte la vitamina C di un'arancia".

Fonte

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
0 #1 Perla 2018-06-22 08:39
Voglio sperare che, in tutta semplicità, questi alberi siano morti o morenti per raggiunti limiti d'età *piangere