^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 143 visitatori e nessun utente online

Il ritorno dei lupi a Yellowstone

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

All'inizio del 1995, lo US Fish and Wildlife Service insieme ad un gruppo di biologi canadesi ha dato vita ad uno straordinario progetto di conservazione nel parco di Yellowstone, reintroducendo dal Canada 14 lupi, che mancavano nell'area protetta dal 1926. L'impatto provocato dalla reintroduzione dei lupi ha avuto degli effetti talmente sorprendenti che nessuno avrebbe mai potuto nemmeno lontanamente immaginare, perché i lupi sono stati capaci di modificare l'intero ecosistema del parco!

Come prevedibile, dopo il loro rilascio, i lupi hanno iniziato a dare la caccia ai cervi, provocando una rapida diminuzione di questi ultimi, che, contestualmente hanno anche iniziato ad abbandonare certe aree del parco, in cui erano facili prede dei lupi. Ma è quello che è accaduto dopo che ha dello straordinario! L'assenza dei cervi, in queste aree ha permesso ad alcune specie di piante di crescere nuovamente: pioppi e salici piangenti hanno ripreso a fiorire. E insieme ad alberi e cespugli sono tornati anche frutti di bosco e insetti, capaci di attrarre nel parco diverse specie di uccelli, ma non solo.

È tornato, ad esempio, il castoro, di cui si erano perse le tracce, e le dighe che hanno costruito hanno attratto anche lontre, topi muschiati e altri roditori, ma anche varie specie di rettili. Ma i lupi hanno anche ridotto la popolazione di coyote e come risultato, topi e conigli sono aumentati, attirando nel parco anche volpi rosse, donnole, tassi e falchi. Inoltre, anche la popolazione delle aquile reali è aumentata. Ma la cosa più interessante è che i lupi hanno modificato anche i corsi d'acqua! Grazie ad un migliore equilibrio tra predatori e prede, c'è stata la possibilità per altre specie di prosperare.

L'aumento della vegetazione ha fatto diminuire l'erosione del suolo e le sponde dei fiumi si sono stabilizzate. I canali si sono ridotti, si sono formati molti stagni e i fiumi si sono stabilizzati nei loro corsi. Quindi, i lupi non solo hanno dato all'ecosistema di Yellowstone un nuovo equilibrio, ma hanno anche modificato la geografia fisica del parco. Sorprendente, vero? Sappiamo che il lupo nell’ambiente svolge al meglio il suo ruolo di selettore naturale, controllando la dimensione delle popolazioni delle sue prede ed eliminando le carcasse degli animali morti per cause naturali, e quanto accaduto a Yellowstone ne è la prova più evidente! (Foto: Pinterest

Guarda il video sugli effetti provocati dalla reintroduzione del lupo nel Parco nazionale di Yellowstone.

Fonte

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
+1 #1 Perla 2017-05-17 10:40
Leggendo l'articolo ci si rende conto di come la natura si intreccia perché tutto vada bene. Importantissimo non rompere la catena. La visione del video, bellissimo!, sarebbe consigliata a tutte le persone che gridano morte al lupo!