^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 107 visitatori e nessun utente online

L'orso polare sofferente commuove il web

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Una foto postata poche settimane fa sul profilo Facebook di una fotografa sta diventando l'emblema dei cambiamenti climatici e sta commuovendo gli internauti. Ritrae un orso bianco pelle e ossa, ricurvo su una lastra di ghiaccio: è stato fotografato da Kerstin Langenberger e al momento è stato condiviso da oltre 50mila persone e ha ricevuto quasi 6mila commenti. «Uno dei motivi principali che spinge i turisti a venire alle Svalbard è vedere gli orsi polari. A prima vista, tutto è come è sempre stato ma davvero gli orsi vivono bene qui?» - si chiede la fotografa.

«Vedo estati calde come mai prima, i ghiacci ritirarsi e scomparire ogni anno. E anche gli orsi morire di fame. Passeggiano sulle rive in cerca di cibo e anche gli esemplari femmine che devono dare alla luce i piccoli, sono spesso smagrite. Secondo gli esperti la popolazione degli orsi delle Svalbard è stabile, persino in aumento ma come può una popolazione essere stabile se è costituita da meno femmine e cuccioli e se gli orsi hanno una massa corporea insufficiente?». Per la cronaca l'orso nella foto è una femmina.

«Non ho dati scientifici per supportare le mie osservazioni ma ho occhi per vedere e una testa per trarre conclusioni. Il cambiamento climatico è una realtà importante qui nell'Artico. E dipende da noi cercare di cambiare questa situazione. Facciamo qualcosa per la minaccia più grande del nostro tempo. Forse non possiamo salvare questo orso qui - continua Kerstin Langenberger riferendosi alla foto che ha postato - ma ogni piccola azione che facciamo per cambiare è un passo nella giusta direzione. Dobbiamo solo iniziare e continuare!».

Profilo Facebook Kerstin Langenberger

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #1 Susi 2015-09-21 14:29
E' straziante *piangere