^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 131 visitatori e nessun utente online

Bioparco: nuovi lupi tutti da scoprire

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Sono quattro - maschi e splendidi - gli occhi trasparenti e il pelo folto e marezzato. Al Bioparco sono arrivati nuovi lupi europei. Uno ha 4 anni, gli altri tre sono fratelli e ne hanno sei. Provengono dallo Zoo di Dierenrijk, in Olanda, in cui sono nati. Ma a Roma i guardiani del reparto carnivori li hanno subito ribattezzati «alla romana»: Augusto, Cesare, Romolo e Remo. Il lupo (Canis lupus) è la specie più grande della famiglia dei canidi che include tra gli altri la volpe, lo sciacallo, il coyote e il licaone.

«I quattro animali – racconta il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Federico Coccìa - si sono ambientati in tempi brevi nella Selva dei Lupi, area di circa mille metri quadri ricca di vegetazione, rocce e tane nelle quali si sono trovati subito a loro agio. Monitorati e curati costantemente dallo staff zoologico, gli animali hanno una dieta varia ed equilibrata, a base di carne di marzo, vitello e coniglio. Inoltre – conclude Coccìa - i metodi di arricchimento ambientale li mantengono attivi, suscitando la loro curiosità e fornendo loro stimoli analoghi a quelli che troverebbero in natura». Domenica 17 maggio - presso la Selva dei lupi - gli operatori didattici erano a disposizione del pubblico per presentare i quattro lupi e raccontare tutte le curiosità del gruppo.

LA SITUAZIONE DEI LUPI IN ITALIA

Il lupo è presente anche in Italia (circa 1000/1500 individui stimati lungo la catena appenninica, dall’Aspromonte – Calabria - fino alle Alpi Marittime) dove occupa di preferenza zone montane densamente forestate. In questi ultimi anni si sta assistendo anche alla ricolonizzazione dell’Arco Alpino. A causa della sua fama di divoratore di greggi, il lupo, come molti altri carnivori, è stato da sempre considerato dall’uomo come un nemico da combattere con ogni mezzo. La persecuzione diretta operata nei secoli, ha portato la specie a livelli prossimi all’estinzione.

La minaccia principale alla sopravvivenza di questi animali è l’ibridizzazione con i cani randagi, mentre ancora oggi il bracconaggio rappresenta la prima causa di mortalità per la specie ed è dovuto essenzialmente al conflitto con gli allevatori per la predazione esercitata sul bestiame domestico e con i cacciatori per la competizione con l’attività venatoria. Ogni anno vengono rinvenuti in Italia circa 60 lupi uccisi dall’uomo, di solito tramite bocconi avvelenati o arma da fuoco. La specie è stata oggetto di caccia fino al 1971. Attualmente è considerata specie particolarmente protetta dalla legge 157/92. Dal 1974 sono state inoltre promulgate leggi regionali che tutelano gli allevatori prevedendo il risarcimento del bestiame predato dal lupo.

Fonte

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
0 #1 Perla 2015-05-21 09:30
Il lupo....uno dei miei animali del cuore! c07