^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

La natrice dal collare è l'animale dell'anno

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Animale dell'anno di questo 2015 è una biscia d'acqua, la natrice dal collare (Natrix natrix). È stata eletta da Pro Natura. Non velenosa, è ghiotta di rane e rospi e per questo vive nei pressi degli specchi d'acqua. Cacciatrice e prede stanno però andando incontro allo stesso destino, ossia la scomparsa delle zone umide. Pro Natura si è attivata progettando e costruendo oltre 100 pozze e stagni, e ha invitato i Comuni a fare altrettanto. La natrice dal collare è una delle tre specie indigene di serpente perfettamente adeguata alla vita in acqua.

Questo timido rettile non solo eccelle nel nuoto, ma anche nelle immersioni, che possono durare fino a 30 minuti. Chi incontra una natrice dal collare non deve temere alcunché, avverte Pro Natura. Questo animale non è velenoso ed è totalmente innocuo per gli esseri umani. Il discorso cambia per le rane, i rospi, i tritoni, le salamandre e i pesci, che la natrice ingoia ancora vivi.

Nella Lista Rossa delle specie minacciate in Svizzera, questa biscia è segnalata come 'vulnerabile'. Negli ultimi decenni, la sua presenza è fortemente calata, anche a causa della drastica riduzione di specchi d'acqua ricchi di anfibi, la sua fonte di cibo. Eleggendo la natrice dal collare ad animale dell'anno, Pro Natura lancia un appello in favore delle zone umide affinché esse vengano maggiormente tutelate, ripristinate e rimesse in connessione tra loro.

La natrice dal collare è una delle otto specie indigene di serpente. Caratteristiche sono le due bande chiare a forma di mezza luna sulla nuca, che disegnano una sorta di collare. A volte sono poco pronunciate o persino mancanti. Si può incontrare la natrice dal collare in tutta la Svizzera, ad eccezione di alcune parti della catena alpina e del Giura. Da ottobre a marzo, questo serpente sverna in tane al riparo dal gelo. Tra marzo e aprile si accoppia.

Le femmine depongono 10-40 uova in ceppi marcescenti, mucchi di fogliame, composto o letame, nei quali regna un microclima caldo e umido. Dopo sette-nove settimane, i piccoli raggiungono le dimensioni di una matita e sono pronti a uscire dall'uovo. Come tutti i serpenti, anche la natrice dal collare cresce vita natural durante e dato che la pelle invece non lo fa, più volte all'anno ha luogo la muta.

Il maschio non supera il metro di lunghezza, mentre la femmina può raggiungere i 140 cm. In Svizzera vivono 14 specie di rettili: otto serpenti, quattro lucertole, l'Orbettino e la Testuggine d'acqua. 11 di esse sono considerate vulnerabili, minacciate o a rischio d'estinzione. Questo gruppo di animali è tra i più minacciati nel nostro paese. (Via Ats - Foto: Wiki)

Accedi o registrati per poter commentare.