^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Le passeggiate nella neve con Fido

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Ghiaccio e neve non dovrebbero creare problemi al cane a meno che non sia molto giovane, anziano o malato, ma bisogna asciugarlo bene dopo la passeggiata, eliminando il ghiaccio e i blocchi di neve dal pelo, in quello lungo possono nascondersi palline di neve ghiacciate. Facciamo particolare attenzione alla toelettatura: il pelo deve essere pulito e non aggrovigliato per fornire il massimo isolamento termico. Se il nostro cane è molto attivo, può avere bisogno di razioni di cibo più abbondanti in inverno: tenersi caldi richiede molta energia.

Le zampe sono il punto debole del cane in presenza di ghiaccio: il ghiaccio compatto tra i cuscinetti può infiammarli, mentre il sale e i trattamenti antigelo per strade e marciapiedi possono bruciare la pelle. Per ridurre i rischi, teniamo le unghie corte e, se ha il pelo lungo, spuntiamolo attorno e tra tutti i cuscinetti (usiamo forbici a lame strette tenute piatte sulle zampe per non correre il rischio di tagliarlo) per ridurre la quantità di neve che si accumula tra le dita. Dopo una passeggiata, laviamo le zampe con acqua tiepida per sciogliere il ghiaccio ed eliminare fango, sale o altri antigelo tra i cuscinetti.

Bisogna anche tener presente che il calo della temperatura lo percepiscono anche i cani: quelli che vivono in appartamento - soprattutto nelle giornate molto fredde - devono essere protetti; proprio come noi ci infiliamo il giaccone per uscire, così anche loro devono portare qualcosa che li protegga. Anche se sono provvisti di una folta pelliccia, se li abituiamo a vivere la maggior parte della giornata ad una temperatura di circa venti gradi, quando poi li portiamo a spasso e magari ci sono temperature vicine o addirittura inferiori allo zero, è garantito che il freddo lo sentono anche loro e, proprio come noi, se non sono ben protetti possono ammalarsi.

Cappottini e maglioncini per cani quindi non sono solo un semplice vezzo per padroncini snob o per cani-bambino, ma diventano una necessità importante che può preservare il nostro amico da malattie e altri problemi legati al freddo. Durante l’inverno purtroppo molti tendono a diminuire le passeggiate e le escursioni con il proprio cane. Vero che i sentieri di montagna non sono il massimo da fare in inverno, ma non facciamo mancare il moto quotidiano al nostro amico. I problemi legati a pioggia, nevicate o freddo intenso sono spesso solo i nostri.

Non portare frequentemente a spasso un cane può far sì che questo si annoi terribilmente, che non abbia valvole di sfogo e che poi inizi a manifestare la sua insofferenza combinando disastri e dispetti continui. Ci sono bellissimi itinerari da percorrere in città così come in campagna o in collina, praticabili anche nella stagione fredda. Per Fido uscire è sempre bello e bagnarsi o infangarsi fa parte del gioco, ma ovviamente esistono anche i cani-poltroni che non vogliono proprio uscire quando fuori piove o nevica... (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #1 Susi 2018-01-11 13:59
Consigli ottimi, grazie Niki c09