^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 63 visitatori e nessun utente online

Qual è la razza canina più strana?

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Tra le grandi varietà di razze che esistono, ve ne sono alcune che posseggono caratteristiche inconsuete. Ma, probabilmente, sono due le razze canine che potrebbero aspirare al titolo di razza più singolare: il cane nudo del Messico (Xoloitzcuintle) e il Basenji. Il cane nudo del Messico è una razza estremamente rara, quasi in via di estinzione, che si pensa abbia avuto origine in Asia. Questi cani sono alti all’incirca 45 centimetri al garrese e, a parte la crescita stentata di qualche peluzzo grossolano sulla testa, sono completamente privi di pelo.

La pelle dell'animale esposta al sole può riportare scottature, proprio per questa sua caratteristica. La conformazione fisica è simile a quella di un Terrier. Le varietà riconosciute sono tre: standard, tipo medio e tipo piccolo. Le orecchie sono erette quando è attento, il collo allungato e arcuato, la groppa è larga, muscolosa e solida. Il muso è appuntito e la testa è coperta di pochi ma duri peli. I colori del mantello possono essere: grigio, marrone scuro o color oro. Differiscono dalle altre razze anche per non avere denti premolari e per avere una temperatura corporea molto più alta (circa 40,5 °C), inoltre emettono solo lamenti anziché abbaiare come gli altri cani. La sua origine si perde nei secoli ed è considerata una delle razze più antiche del mondo.

Si ritiene che anche il Basenji (o Cane del Congo) dell’Africa centrale, di dimensioni analoghe, non abbai e spesso lo si descrive come privo di voce. Tuttavia, dagli esami risulta che questo cane ha corde vocali normali e quando è molto spaventato emette latrati non particolarmente intensi. Più frequentemente il Basenji emette una specie di ululato o di suono in falsetto e può anche ringhiare e gemere. Al pari delle femmine selvatiche di cane, ma diversamente da quelle addomesticate, le cagne della razza Basenji generalmente vanno in calore solo una volta all'anno, cioè in autunno; tuttavia, è stata notata di recente una maggiore variazione rispetto al passato circa il periodo di estro delle femmine di questa razza.

È noto inoltre che il Basenji è in grado di metabolizzare lo iodio con una rapidità maggiore rispetto alle razze europee, ama maggiormente arrampicarsi rispetto agli altri cani ed usa le zampe per ‘lavarsi’ il muso allo stesso modo dei gatti. Il Basenji è un formidabile cane da caccia e sviluppa un fortissimo attaccamento al padrone dal quale non gradisce essere separato. Tuttavia, poiché tutti i Basenji in Europa e nell’America settentrionale hanno un’origine genetica comune di appena 6 coppie, non sorprende che questa razza sia soggetta a un certo numero di disfunzioni cognitive. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
0 #1 Perla 2017-05-25 15:23
Ho conosciuto un solo cane nudo, delicatissimo! Veniva trattato e amato - giustamente - come un bebè! c11
Il Basenji mi piace assai e mi ricorda il Podenco c07