^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 343 visitatori e nessun utente online

Il Bichon avanese: caloroso e divertente

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Sulle origini di questo raro cane esistono due versioni diverse. Secondo la prima furono degli emigrati italiani a portare in Argentina alcuni cani Bolognesi. Bene accolti nella nuova terra, essi furono accoppiati con dei Barboncini nani. Dall’incrocio, come si può immaginare, nacquero dei graziosi cagnolini dal ricco mantello, vivaci e intelligenti, che finirono a Cuba e lì, probabilmente perfezionati e riprodotti su più vasta scala, assunsero il nome di Bichon avanese o, più popolaramente, “cane di seta dell’Avana”.

La seconda versione ne attribuisce la creazione agli spagnoli, che avrebbero per primi portato dei cani Maltesi nelle Antille, dove si sarebbe sviluppata la nuova razza. Comunque il Bichon avanese, reimportato in Europa (in ogni caso la sua patria d'origine), ha ottenuto il suo standard, nel quale è così definito: cane di piccola taglia, mai superiore ai 6 kg, con cranio appiattito, largo, fronte poco rilevata, tartufo nero, guance piatte, mascelle ben combacianti, occhi grandi e scuri, orecchie appuntite e ricadenti senza inquadrare le guance.

Il corpo deve essere più lungo che alto, con costole cerchiate e coda portata arrotolata, con lunghi peli setacei. Arti dritti e asciutti. Il pelo, lungo e piatto, gli ricopre tutto il muso (è consentita una lieve sfoltitura a forbice). Colore del mantello: bianco, beige, avana, grigio, bianco con macchie. Vi è un tocco di teatralità nella razza avanese: questo cane vivace, agile e brioso desidera attenzione ed è disposto a fare il buffone o l’esibizionista per ottenerla.

Una giornata ideale della vita del Bichon avanese comprenderà moltissimi esercizi e giochi, ma amerà anche trascorrere parte del tempo appollaiato in una posizione da cui possa guardar fuori da una finestra per annunciare con la tipica energia l'arrivo di visitatori. Il mantello folto e doppio attrae fango e sporcizia durante le attività all’aria aperta e deve essere spazzolato quotidianamente, in modo che non si formino grovigli e nodi. Con alcuni membri della razza l'addestramento a vivere in casa può essere un problema.

Il Bichon avanese possiede un lato sensibile, si dimostra attento e reattivo con il proprietario. Ama la compagnia dei bambini, qualità che lo rende cane ideale per la famiglia. Prende subito confidenza anche con persone estranee che si rivelano giovali nei suoi confronti. Eccellente compagno di viaggio e di passeggiata. Se tutto il mondo fosse un palcoscenico, il Bichon avanese sarebbe sicuramente un attore protagonista. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
+1 #2 Perla 2017-02-20 11:20
Non ho mai avuto la fortuna di vederne uno e non sapevo neanche esistessero ma ne sono già innamorata c36
 
 
Susi
+1 #1 Susi 2017-02-18 18:10
Ne ho incontrato uno poco fà in passeggiata con i miei. Mi ha fatto impressione per la sua simpatia e bellezza e quando ho chiesto al padrone mi ha proprio detto che si tratta di un Bichon avanese, raccontandomi le sue origini.
c36