^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Life Wolfalps: progetto europeo sui lupi

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

I lupi hanno riconquistato tutte le Alpi - se ne contano 35 branchi nel solo Piemonte, altri stanno colonizzando il centro-est dell'arco montuoso - ed è tempo di trovare un compromesso. Una coesistenza finora difficile, spesso, anzi, si generano conflitti tra gli allevatori e gli animalisti, che si cercherà di comporre, attraverso un programma europeo, 'Life Wolfalps', appena avviato e di cui è capofila il Parco delle Alpi Marittime, Cuneo. A partire dal prossimo inverno uno staff di esperti farà un completo monitoraggio sulla presenza dei lupi nelle sei 'aree chiave' italiane.

Entreranno in campo squadre cinofile anti-veleno e verranno contattati gli allevatori per costruire un dossier dei danni sulle predazioni subite. Spesso i lupi sono finiti nel mirino dei bracconieri, uccisi, sugli Appennini, dove sono presenti da sempre, anche con bocconi avvelenati, ma la protesta resta forte anche in Piemonte, dove i lupi sono presenza tornata abituale da 20 anni.

Per protestare, gli allevatori aderenti all'Associazione Alte Terre hanno distribuito un comunicato fuori dalla sede del convegno: "Si dedicano milioni al lupo mentre i servizi in montagna sono sempre più carenti - è l'accusa di Mario, un allevatore della Valle Maira (Cuneo) - così a rischio di estinzione sono ormai i bambini. Non chiediamo la sterminio dei lupi, ma almeno che ci diano la possibilità di difenderci, lasciandoci usare i fucili, quanto meno per spaventare i predatori".

Il lupo è un animale che si sposta su grandissime distanze, fino a migliaia di chilometri, - ha sottolineato Luigi Boitani, presidente del 'Large Carnivore Initiative for Europe' - serve un progetto comune che riguardi tutta l'area alpina, tenendo presente allo stesso tempo che i conflitti vanno risolti su scala locale. L'obiettivo di 'Life Wolfalps' è proprio questo: fare coesistere i lupi con le attività umane". Il progetto, che si concluderà nel maggio 2018, è stato illustrato a Torino, in videoconferenza con Venezia e Trento.

Fonte

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #1 Susi 2014-09-22 13:07
Speriamo nel buon fine di questo progetto c09