^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 159 visitatori e nessun utente online

Un simpatico chiacchierone

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Eleganti uccelli dal piumaggio nero e dalle caratteristiche caruncole - piccola escrescenza carnosa - gialle o arancioni all'altezza degli occhi, i Merli indiani sono compagni davvero unici. Dotati di grande intelligenza, oltre a imparare con facilità a imitare le voci e fischiettare motivetti musicali, sono animali socievoli in grado di regalare ore di piacevole compagnia. Per questo motivo decidere di convivere con loro è un atto di grande responsabilità: non è pensabile lasciarli soli per troppo tempo senza la nostra compagnia o quella di un loro simile.

Affinché imparino a parlare, cosa che sembra facciano veramente associando le parole a situazioni pertinenti, devono vivere a strettissimo contatto con il nucleo familiare condividendo ogni momento della giornata. Sono inoltre animali piuttosto impegnativi perché, oltre ad essere di dimensioni abbastanza grandi, sporcano molto producendo una discreta quantità di guano.

Trattandosi di una specie protetta bisogna accertarsi che il rivenditore sia autorizzato al commercio, onde evitare di procurarsi esemplari malati. Questo soprattutto in considerazione del fatto che la maggior parte di questi uccelli viene catturata allo stato selvatico, poiché la loro riproduzione in cattività è davvero molto complessa.

Per mantenere in salute un Merlo indiano dobbiamo fare molta attenzione alla sua alimentazione, evitando soprattutto mangimi ad elevato contenuto di ferro. Bisogna avere molto riguardo a questo fattore poiché molto spesso i mangimi in vendita non sono calibrati in modo responsabile: il ferro deve essere inferiore a 150 ppm (parti per milione) o preferibilmente più bassa.

Se proprio non si trovano mangimi corrispondenti possiamo procurarci quello pellettato preparato per pappagallini integrandolo con frutta fresca. Sono piuttosto golosi e amano assaggiare quello che mangiamo in loro presenza. Mele, arance, kiwi, melone, banane, pere e frutti di bosco sono l'ideale per uno snack in compagnia, ma sono assolutamente da evitare la carne rossa (gradita ma troppo ricca di ferro) e il cioccolato.

Il Merlo indiano - nome scientifico Gracula religiosa - è un uccello robusto, che gode di ottima salute a patto che cresca in un ambiente che riproduca il più possibile le condizioni del suo habitat naturale. La voliera più adatta è quella di tipo "inglese", ossia rettangolare e chiusa da pareti su tre lati. È un animale molto riservato che ha necessità di mantenere il completo controllo dell'ambiente circostante.

In natura, infatti, nidifica nei tronchi cavi degli alberi mantenendo quindi il controllo solo sull'apertura anteriore del nido. Le dimensioni della gabbia non devono essere inferiori al metro in lunghezza per 60 cm in altezza e profondità. Al suo interno devono essere presenti rami di circa 2-4 cm di diametro completi di corteccia.

I Merli indiani hanno bisogno di calore e sole: se la voliera viene posizionata in terrazzo bisogna assicurarsi che non sia rivolta a Nord. I distributori di cibo e acqua vanno posizionati esternamente alla gabbia con piccoli beccucci che consentono solo al becco di accedervi. Questo servirà a proteggere l'acqua e il cibo delle feci.

Può andare incontro a periodi più o meno lunghi di dissenteria. In questi casi bisogna perfezionare la dieta e migliorare l'igiene della gabbia. Bisogna ricordarsi di aggiungere, nella voliera, una grande vaschetta d'acqua (da pulire quotidianamente) per permettergli di fare il bagno. La vita media è tra i 15/20 anni. (Foto: Wki)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #1 Susi 2014-07-10 15:28
Ma quanto è bello, e sicuramente di gran compagnia c05
Personalmente preferisco vedere gli uccelli nel loro habitat e non in una voliera, grande che sia.