^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 139 visitatori e nessun utente online

I mangimi secchi

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Nonostante la crisi economica imperante, sembra che il mercato del petfood sia in costante aumento. Ciò è evidenziato dalle più recenti statistiche condotte in tal senso, anche se nella valutazione del trend positivo debbano, per forza di cose, essere tenuti in debita considerazione gli aumenti che i prezzi dei cibi industriali hanno subito negli ultimi tempi. Le aziende che producono i mangimi destinati all'alimentazione dei nostri animali vi attribuiscono un'importanza sempre maggiore, tanto che le loro qualità non mancano di essere sottolineate anche dai veterinari e dagli allevatori.

Una delle principali caratteristiche dei prodotti secchi è lo scarso contenuto idrico: il loro tasso di umidità è infatti compreso tra il 6 e il 10%. Il più importante requisito che deve possedere questo tipo di mangime è quello dell'appettibilità: se, infatti, i nostri amici non dimostreranno di gradirlo e apprezzarlo, il suo successo commerciale sarà pressoché nullo, a prescindere dagli aspetti qualitativi che lo caratterizzano.

Le indagini condotte in tal senso sembrerebbero privilegiare, tra i fattori che concorrono a classificare l'appetibilità di un determinato mangime: la consistenza, l'odore, il sapore (determinato a sua volta dalla presenza di sostanze specifiche), l'abitudine dell'animale al suo consumo e la sensazione percepita a livello del palato. Aspetti come la forma e il colore sono, invece, ininfluenti per i nostri amici, mentre potrebbero avere un valore maggiore per l'acquirente.

Come è noto, in commercio esiste una gamma molto ampia di mangime secco: ciò favorisce indubbiamente una scelta personalizzata in base alle caratteristiche del singolo animale. Oltre ai cibi per cuccioli, adulti, anziani, femmine gravide, soggetti sterilizzati e così via, sono stati formulati anche alimenti adatti alle singole razze ed a particolari condizioni patologiche.

Questi mangimi nascono dagli 'estrusi', cioè prodotti preparati mediante un estrusore (apparecchio che lavora a temperature che raggiungono per brevi periodi i 150 gradi) a partire da concentrati proteici, cereali, grassi, sali minerali e vitamine. I piccoli elementi compressi di forma predefinita che escono dalla macchina vengono poi sottoposti ad espansione, irrorati di grasso e, infine, trasformati in crocchette vere e proprie.

Ecco alcuni dei più importanti vantaggi presentati dai mangimi secchi:

- completa copertura delle esigenze nutrizionali;

- produzione a partire da processi standardizzati e sicuri, nell'ambito dei quali viene dato ampio risalto al controllo qualitativo delle materie prime;

- praticità di impiego;

- diminuzione degli sprechi;

- migliore conservazione;

- facile reperibilità;

- prezzi più contenuti rispetto al cibo umido;

- offerta molto ampia, anche in funzione delle caratteristiche fisiologiche, parafisiologiche e patologiche dei cani cui sono destinati;

- produzione di feci meno odorose e ben formate (più facili da raccogliere e smaltire).

Oltre a tutto questo va anche detto che l'animale è costretto ad esercitare una regolare ginnastica masticatoria, utile per ridurre la deposizione di placca è tartaro. 

L'individuazione del prodotto migliore, tuttavia, dovrebbe sempre passare attraverso il consiglio del medico veterinario di fiducia che rappresenta, in ogni caso, il primo referente - anche in tema di alimentazione - di chi ha scelto un quattro zampe per amico. È tuttavia ovvio che, nella pratica, la scelta viene influenzata anche da altri fattori, primi tra tutti la reperibilità e il costo.

Accedi o registrati per poter commentare.