^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Il Bulldog: audace e tollerante

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

La razza discende dall'antico Mastino asiatico ma si è completamente formata in Gran Bretagna. Il nome Bulldog, di origine medioevale, si riferiva non solo all'aspetto robusto da piccolo toro, ma anche alla potenza con cui sapeva affrontarli nei combattimenti in arena, proibiti per legge nell'Ottocento. Fino ad allora, quando era utilizzato per i duelli, era un cane bellicoso, feroce, sanguinario, tanto che a Roma vigeva un decreto che vietava di portare in strada i Bulldog, anche se tenuti a catena.

Le selezioni degli ultimi cent'anni, pur mantenendogli l'aspetto grintoso, hanno fatto del Bulldog un cane bonario, casalingo, dignitoso, fedele, riservato, pulito, aristocratico, 'bellissimo nella sua bruttezza'. Conclusa la carriera di gladiatore in arena, è stato utilizzato come ausiliario nell'esercito, cane poliziotto, guardiano. Negli Stati Uniti un Bulldog è stato fregiato di cinque nastrini di guerra e di medaglia di bronzo, e un altro è stato nominato caporale.

È oggi un ottimo cane da compagnia. È piccolo di statura, largo, compatto, con testa grossa e massiccia. Il peso ottimale del maschio è di 24-25 kg, delle femmine 22-23. L'altezza, non indicata dallo standard, si aggira tuttavia fra i 31-36 cm. Il suo cranio deve essere largo (più largo è, meglio è), con guance che si estendono fino ai lati degli occhi; e la pelle che ricopre il cranio e la fronte deve ricadere densa di rughe. Il muso è corto e rincagnato; il tartufo largo e nero; ampie le narici; pendenti le labbra superiori; e la mascella inferiore deve sopravvanzare abbondantemente quella superiore.

Occhi rotondi, distanti tra di loro, molto scuri; orecchie piccole e sottili, ripiegate indietro, a rosa; collo arcuato, con giogaia; coda corta portata bassa; pelo corto e morbido di colore fulvo e bianco, oppure bianco screziato; il nero non è consentito. Causa la grossa testa, i cuccioli faticano a nascere, per cui è spesso necessario ricorrere al taglio cesareo. Inoltre molte femmine sono infeconde. Ciò contribuisce a tenere elevato il prezzo di un esemplare di Bulldog.

Nonostante il suo mantello lucido sia in genere semplice da curare, il Bulldog ha pieghe di pelle sul muso e intorno alla coda che richiedono pulizie regolari, possibilmente quotidiane. Occorre anche tenere conto che l'ansimare, il russare e lo sbavare sono tratti comuni della razza. La mole e il fatto che hanno un respiro ridotto a causa del muso accorciato fanno sì che questi cani non gradiscano un esercizio prolungato o energico. I problemi respiratori si aggravano quando fa caldo. Poiché hanno difficoltà a regolare la propria temperatura, anche le improvvise ondate di freddo diventano un problema. Impegnativi da addestrare, sono comunque protettivi e premurosi verso i proprietari.

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
0 #1 Perla 2014-05-11 09:12
Adorabili! c28 c36