^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Mimica facciale canina

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Come il cucciolo imparerà a capire le nostre espressioni (sorrisi, baci, sguardi severi) così noi osservando regolarmente le espressioni facciali e l'atteggiamento del corpo - durante il gioco oppure quando è ansioso o spaventato - impareremo presto a riconoscere il suo modo di manifestare le proprie emozioni. Di conseguenza regoleremo a nostra volta il comportamento in modo da rispondere correttamente.

Così facendo eviteremo, per esempio, di gridare contro un cane già sottomesso, di sfidare un dominante o di rimproverare chi ci invita al gioco. Il muso e il collo del cucciolo sono parti molto sensibili, quindi accarezziamole sempre con dolcezza.

Capire la sua mimica

Felice: il cucciolo tiene la bocca leggermente aperta e può tenere fuori parte della lingua.

Curioso: in genere tiene la bocca chiusa, spesso inclina la testa di lato, drizza le orecchie e guarda in direzione dell'oggetto che lo incuriosisce.

In ascolto: il cucciolo è in piedi o seduto con la bocca chiusa e le orecchie dritte, con sguardo intento e concentrato.

Sottomesso: il cane sta accucciato a terra e dà piccoli colpi di lingua nel vuoto come segnale di pacificazione. Non sgridiamo mai né tanto meno percuotiamo un cane che ha già assunto una posizione di sottomissione.

Preoccupato: se il cucciolo tiene la bocca socchiusa e gira la testa per evitare qualcosa che ha visto, significa che è preoccupato e insicuro.

In ansia: se il cucciolo è spaventato, abbassa la testa e tira indietro le orecchie, spesso stira anche le labbra.

Impaurito: il cane che ha paura ritrae le labbra e mostra i denti e le gengive nel tentativo di scoraggiare la persona o la cosa che lo spaventano dall'aggredire.

Aggressivo: quando la paura supera un certo livello, il cane aggredisce per difendersi: arriccia il naso e le labbra, scopre i denti e ringhia: è il suo avvertimento prima di mordere.

Il sorriso del cane

Alcune razze, come i Terrier, molti pastori e cani da caccia, ma anche gli Schnauzer e molti altri assumono un atteggiamento che si può paragonare al sorriso è che rivolgono spesso al loro proprietario: la bocca è leggermente aperta e mostra gli incisivi e i canini, ma le labbra non sono retratte e il naso non è arricciato; è un atteggiamento amichevole di sottomissione, facile da riconoscere.

Leggi anche: I segnali della coda


 

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
+1 #1 Susi 2014-02-13 17:11
Bellissimo articolo dove posso solo essere d'accordo con tutto quanto c09

Ho la fortuna di conoscere anche i "sorrisi" dei miei pelosini c07