^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

ALTRI ANIMALI

La lucertola degli arbusti

La lucertola degli arbusti (Lacerta agilis) è un sauro della famiglia dei Lacertidi diffuso in gran parte dell'Europa e in parte dell'Asia fino alla Mongolia. I giovani alla nascita misurano circa 6 cm e sono marroni con due strisce longitudinali più chiare sul dorso. Sui fianchi hanno delle macchie chiare circondate di nero e al centro del dorso ci sono varie macchie nere ovali con delle più piccole macchie chiare all'interno. I maschi adulti sono grandi e robusti e possono raggiungere i 25 cm di lunghezza, compresa la coda. Hanno i fianchi e i lati del capo di un bel verde brillante.

Tutelare i pets da afa e caldo

La stagione estiva, sinonimo di evasione e riposo, nasconde in realtà più di una insidia, anche per gli animali che accompagnano il nostro quotidiano. È per questo motivo che, nei mesi più caldi, come per bambini ed anziani, occorre qualche accorgimento in più per tutelare anche la loro salute. Tra i pericoli che maggiormente possono arrecare danno ai nostri amici ci sono certamente il colpo di calore e il colpo di sole. Il caldo eccessivo, infatti, soprattutto se associato ad un alto tasso di umidità, può rappresentare un problema molto serio per la loro incolumità.

Il cucciolo e il bon ton a tavola

Se non dorme, il cucciolo è sempre disposto a sgranocchiare qualcosa per dare energia al suo organismo in crescita. Spesso resistere al suo sguardo supplichevole è veramente difficile, tanto che rischiamo di dare al nostro cagnolino più cibo di quanto gliene occorra. E ricordiamo che ogni bocconcino-premio che gli offriamo non deve essere in più rispetto alla razione di cibo giornaliera. Un cucciolo troppo nutrito, oltre a diventare obeso, avrà ben presto anche problemi di salute. Fin dal momento dell'arrivo in casa del cucciolo, si deve imporre un ben preciso rituale per la pappa: il cagnolino deve sempre mangiare dopo gli umani.

Liberati due gipeti sulle Alpi svizzere

Due gipeti barbuti, di nome Finja e Fredueli, sono stati rilasciati nei pressi di Melchsee-Frutt, nel canton Obvaldo. Non ancora in grado di volare, i due volatili dovrebbero permettere alla specie di aumentare la propria popolazione nelle Alpi centrali. È la seconda volta che vengono rilasciati gipeti nella Melchtal dal 2015: in totale sono state liberate cinque femmine e quattro maschi. Due esemplari sono morti accidentalmente. Finja e Fredueli provengono da un allevamento spagnolo.

Il barbagianni: un amico dell'uomo

Le abitudini notturne del barbagianni (Tyto alba), il suo aspetto spettrale e la sua associazione con ruderi e vecchie chiese, dove nidifica volentieri, hanno fatto guadagnare un posto nella tradizione di molti popoli a questo uccello, la cui notorietà è soprattutto legata, però, al fatto che si trova spesso nelle fattorie. Ovunque vi siano delle coltivazioni, si sviluppano delle grandi popolazioni di topi e ratti che attraggono i barbagianni, un predatore di roditori.